A- A+
Economia
Borse europee deboli. Spread Btp-Bund stabile

Le borse europee chiudono deboli. Gli anemici dati sul Pil e l'indice Pmi servizi dell'Eurozona e l'andamento timido di Wall Street non aiutano una seduta caratterizzata dall'attesa per il direttivo della Bce, che domani dovrebbe annunciare misure di stimolo per contrastare la bassa inflazione e rilanciare il credito. Sopra la parita' solo Francoforte, dove l'indice Dax guadagna lo 0,07% a 9.926,67 punti. L'Ftse 100 di Londra cede lo 0,26% a 6.818,63 punti, il Cac 40 di Parigi lima uno 0,06% a 4.501,00 punti, l'Ftse Mib di Milano arretra dello 0,16% a 21.622,77 punti, l'Ibex di Madrid perde lo 0,2% a 10.755,6 punti.

PIAZZA AFFARI - Chiusura di seduta vicina alla parita' per la Borsa, che proprio nel finale riesce a ridurre le perdite accusate per tutta la giornata. L'indice Ftse Mib segna una flessione contenuta, pari al -0,16% a 21.622 punti, dopo aver toccato anche un minimo del -1%, mentre l'All Share cede lo 0,10%. Piazza Affari si allinea cosi' al resto d'Europa, oggi poco mossa in una giornata tutta giocata sull'attesa delle misure che la Bce varera' domani per sostenere la ripresa economica nell'eurozona. Sul listino bene Telecom, Saipem, Finmeccanica, giu' Fiat e prevalenza di segni meno tra i finanziari. Buoni acquisti su Finmeccanica (+3,39%) nel finale, rialzo per Saipem con un +2,29% frutto di un report favorevole. Telecom guadagna il 2,63% dopo le parole dell'a.d. Patuano che ha ribadito di non aver intenzione di cedere Tim Brasil e la notizia di una ripresa delle trattative per una fusione tra 3 e Wind che semplificherebbe il panorama concorrenziale nel settore. Tra i finanziari UnipolSai cede l'1,95%, Generali -0,72%, Ubi -0,87%, Banco Popolare -0,36%. Modesto guadagno per Intesa e Unicredit, Mediobanca sale dello 0,89%.    Fiat accusa un ribasso dell'1,83%, dopo la pubblicazione dei dati sulle immatricolazioni di maggio in Italia che mostrano un nuovo calo delle vendite in generale e una diminuzione della quota di mercato per il Lingotto in particolare. Giu' anche Cnh ed Exor. Nell'energia Eni perde l'1,27%, Enel +0,43%. Tra le altre blue chip Wordl Duty Free accusa un -2,10% dopo essere stata rimossa ieri dalla buy list di Goldman Sachs.

SPREAD - Lo spread tra Btp decennali e omologhi tedeschi chiude a 159 punti una seduta poco mossa. Il rendimento si attesta al 3,02%. Il differenziale Bonos/Bund segna 145 punti per un tasso del 2,88%

Tags:
borsemercatispread

i più visti

casa, immobiliare
motori
Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio

Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.