A- A+
Economia
Piazza Affari maglia nera. Realizzi dopo la decisione della Bce

Le borse europee chiudono in territorio negativo, in linea con Wall Street. Pesano la revisione al ribasso delle stime sulla crescita globale della Banca Mondiale e i profit warning di Lufthansa e Vallourec, che hanno spinto gli investitori a dedicarsi ai realizzi. La compagnia aerea tedesca scivola del 14% e trascina con se' tutto il comparto (Air France -7,20%, Ica -3,08%, RyanAir -1,97%).

Maglia nera a Piazza Affari: l'indice Ftse Mib cede l'1,24% a 22.223,77 punti: l'indice subisce più degli altri mercati europei l'onda di ritorno delle prese di beneficio dopo il buon rialzo dei giorni scorsi dovuto alle misure annunciate dalla Bce. Il Dax di Francoforte cede lo 0,79% a 9.949,81 punti, l'Ftse 100 di Londra perde lo 0,5% a 6.838,87 punti, il Cac 40 di Parigi arretra dello 0,87% a 4.555,11 punti, l'Ibex di Madrid segna -0,7% a 11.074,9 punti.

Per Piazza Affari una giornata giocata tutta in difesa, con l'indice che ha subito abbandonato quota 22.500 punti, raggiunta martedi' e costituente il massimo da oltre tre anni. Sul listino ha pesato il calo dei bancari e in particolare quello del Monte Paschi, oggi al -20% per effetto dell'aumento di capitale.

Il ministero dell'Economia ha collocato 6,5 miliardi di euro di Bot annuale, al top del target e a al tasso record dello 0,495%, dallo 0,65% della precedente asta. Per la prova volta il rendimento scende sotto lo 0,5%. La domanda e' buona a 1,7 volte l'offerta. In lieve rialzo lo spread che a fine mattinata si attesta intorno a quota 142, dopo aver chiuso ieri a 140 punti. Il rendimento è al 2,81%. Il differenziale Bonos/Bund segna 122 punti per un tasso del 2,64%.

Intanto sul fronte dei conti pubblici, il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan si è detto convinto che "la via maestra per ridurre il debito pubblico sia la crescita". "Se ci fosse un po' piu' di crescita, e ci sara', lo sforzo fiscale dell'Italia non ha paralleli in Europa. Solo la Germania ha lo stesso sforzo fiscale mantenuto nel tempo".

"Gli interessi sul debito pubblico stanno scendendo e dovrebbero restare bassi - ha aggiunto - ma soprattutto ci vuole crescita: Ecco perche' ci vogliono le riforme. Sono le riforme quelle che innalzano la crescita di lungo periodo del paese e creano lavoro". Per quanto riguarda invece il tema dell'occupazione, l'Inps comunica che e' in calo la cassa integrazione a maggio, e in particolare crolla quella ordinaria (-37,9%) e quella in deroga (-30,5%) mentre cresce quella straordinaria (+31,4%). Ma e' in arrivo anche una brutta notizia: la Danone ha annunciato che chiudera' tre impianti in Europa tra cui quello in Italia, nel cremonese: la decisione si tradurra' in 100 posti di lavoro in meno.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
borsepiazza affarispread
i più visti
in evidenza
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi

CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Tre propulsioni elettrificate per la nuova Kia Niro

Tre propulsioni elettrificate per la nuova Kia Niro

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.