A- A+
Economia
Bottillo (Natixis): "Spread fisiologico. Gli euroscettici non fanno paura"

di Paolo Fiore
twitter@paolofiore

Negli ultimi mesi, era arrivato a livelli talmente bassi da scomparire dal dibattito economico-politico. Poi, a poche ore dalle urne, lo spread Btp-Bund riconquista la scena, con una fiammata che lo porta a 200 punti base e rendimenti oltre il 3,3%. Renzi l'ha buttata in politica, usando il differenziale come arma e affermando che "è colpa di Grillo". Ma il timore di un successo degli euroscettici pare essere un elemento marginale. "Stiamo assistendo a un ritorno di volatilità fisiologico con l'avvicinarsi delle elezioni", afferma ad Affaritaliani.it Antonio Bottillo,ad per l’Italia di Natixis Global AM. 

"Gli investitori esteri - continua Bottillo - hanno inteso prendere qulache beneficio". Ma l'euroscetticismo non è decisivo: "Difficilmente il mercato si muove prima che le cose si verifichino". E' l'attesa delle urne, indipendemente dai sondaggi, ad agitare il mercato obbligazionario.

Ma niente paura. Anche perché lo spread va esaminato più a fondo: "Il differenziale Btp-Bund si è abbassato notevolmente nel 2013. Una discesa dovuta in parte alla risalita del Bund. Nel 2014, invece, lo spread si è ridotto soprattutto grazie al calo dei rendimenti". I tassi d'interesse del nostro debito restano quindi sotto i livelli di guardia e "non avranno ripercussioni sull'impianto del Def", che sul calo dei rendimenti fa ampio affidamento.

Bottillo non si scompone neppure d'avanti ai dati sul Pil, in calo dello 0,1% nel trimestre del 2014. "Il dato è stato una sorpresa soprattutto per i non addetti ai lavori. Ma ci sono elementi che vanno nella direzione sperata. Mi riferisco agli ordinativi, al dato del gettito Iva in salita, indizio di vivacità degli scambi interni".

Insomma, afferma l'analista di Natixis Global AM, "il contesto è favorevole". E Renzi, più che meriti, ha avuto "il giusto timing per avere una finestra di opportunità da parte degli investitori". Una finestra che l'impennata dello spread non ha ancora chiuso: "Adesso l'Italia ha davvero l'opportunità di fare qualcosa". Le riforme.

Quanto ai risparmiatori italiania, conferma Bottillo, i Btp restano un investimento sicuro e profittevole. con una raccomandazione: "L'investitore italiano è sempre stato molto attaccato all'investimento obbligazionario. Rispetto al passato c'è più volatilità. Forse sarebbe il caso di non fare più da sè e pianificare investimenti e portafoglio senza rincorrere l'andamento di un indice, ma costruendo i portafogli in base alle proprie necessità: mutuo, pensione, studi universitari".

 

 

Tags:
btpnatixisspreadelezioni europee
i più visti
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane


casa, immobiliare
motori
Renault svela Scenic Vision, le sua nuova concept car

Renault svela Scenic Vision, le sua nuova concept car

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.