A- A+
Economia

 

 

tronchetti malacalza

L'Opa? S'ha da fare, ma a un prezzo maggiore. La Consob ha avviato il procedimento per il rialzo del prezzo dell'Opa di Lauro 61 (la società controllata da Tronchetti Provera, Clessidra, Unicredit e Intesa) su Camfin ed è pronta a chiedere la proroga dell'offerta che scade domani per deliberare sull'eventuale aumento del prezzo entro i nuovi termini di chiusura dell'offerta. La decisione segue gli accertamenti e i dubbi espressi circa la determinazione del prezzo al quale Lauro 61 ha acquisito le azioni Camfin dal gruppo Malacalza.

La società nata ad hoc avrebbe infatti dichiarato un prezzo (0,8 euro) inferiore a quello che ragionevolmente le parti avrebbero attribuito ai titoli se non ci fosse stata contestualmente un'altra operazione, l'acquisto da parte dei Malacalza di una partecipazione diretta in Pirelli.

La Consob ha spiegato in una nota che delibererà sull'eventuale aumento del prezzo, con provvedimento motivato, entro i nuovi termini di chiusura dell'offerta. Immediata la reazione del titolo che ha chiuso in rialzo dell'8,02% a 0,869 euro.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
camfinpirelliopa
i più visti
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività


casa, immobiliare
motori
Nuovo Ranger, creato da Ford ma ideato dai suoi stessi clienti

Nuovo Ranger, creato da Ford ma ideato dai suoi stessi clienti

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.