A- A+
Economia
Il commento/ La Cgil in frantumi, cade l'ultimo moloch


In Italia sembrava che non dovesse mai cambiare nulla. E invece negli ultimi anni sta succedendo di tutto. Prima il Centrodestra è andato in frantumi con le scissioni di Fini, della Meloni e di Alfano. Poi il Pd, nonostante la forza e l'autorevolezza di Renzi, è rimasto diviso in correnti con i bersaniani-cuperliani-dalemiani che continuano a far paura al segretario-premier e Civati che minaccia l'addio un giorno sì e l'altro pure. Beppe Grillo dal nulla (o quasi) ha preso il 25% alle Politiche e potrebbe diventare il primo partito alle Europee, trasformando l'Italia da bipolare a tripolare. Addirittura la Fiat con Marchionne è diventata americana. Senza dimenticare il primo presidente della Repubblica rieletto per un secondo mandato, Napolitano, e la Lega del nuovo corso di Salvini che prova a conquistare il Sud. Un Paese in movimento, insomma, dove l'unico e solo monolite sembrava essere la Cgil. Già, sembrava. Perché al congresso di Rimini del primo sindacato italiano c'è stato lo strappo: il leader della Fiom Landini ha presentato una lista alternativa contestando apertamente il silenzio della Camusso sulla Fiat, oltre alle divergenze sul governo e sulle misure economiche di Renzi. E' caduto anche l'ultimo moloch, appunto quello della Cgil. Il rinnovamento della società, della politica e dell'economia sta andando ben oltre le previsioni. Che cosa dobbiamo aspettarci ora? Si accettano scommesse.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
commento
i più visti
in evidenza
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi

CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Incentivi auto 2022: Stellantis guida la transizione zero emissioni in Italia

Incentivi auto 2022: Stellantis guida la transizione zero emissioni in Italia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.