A- A+
Economia

 

Un problema allo sterzo: per questo motivo la Chrysler, controllata dalla Fiat, sta richiamando 1,2 milioni di pickup in tutto il mondo per controllarli e se necessario ripararli. L'azienda fa sapere che probabilmente solo 453.000 avranno bisogno di un intervento.

Tre i gruppi di pickup interessati: 842.400 Ram 2500 e Ram 3500, prodotti dal 2003 al 2008; 294.000 Ram 2500 e 3500 prodotti dal 2008 al 2012, e 2.008 Ram 150; 43.000 Ram 4500 e 5500 prodotti sempre dal 2008 al 2012. Alcuni di questi modelli erano già stati richiamati negli anni passati.

La decisione - si legge in una nota - è stata presa per controllare il giusto allineamento dei tiranti delle ruote anteriori, senza il quale si possono creare problemi al funzionamento dello sterzo. Difetto che è stato causato da alcuni tecnici che hanno interpretato male le istruzioni, si spiega. Al richiamo - aggiunge la nota della casa automobilistica - si è arrivati dopo sei incidenti che tra il 2008 e il 2012 hanno provocato due feriti.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
chrysler
i più visti
in evidenza
Ferragni spettacolare a Parigi Calze a rete e niente slip

Le foto delle vip

Ferragni spettacolare a Parigi
Calze a rete e niente slip


casa, immobiliare
motori
Renault svela gli interni della nuova Austral

Renault svela gli interni della nuova Austral

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.