A- A+
Economia
Club Med, Bonomi diventa il primo azionista e valuta l'Opa
andrea bonomi
 

Bonomi reclama un posto nella governance di Club Med. Il fondo Strategic Holdings del finanziere italiano ha superato il 10% del capitale del colosso turistico francese diventandone il primo azionista e chiedendo di entrare nel consiglio di amministrazione. Il fondo di Bonomi si oppone all'Opa lanciata da Fosun e dal private equity Adrian, ma non intende superare il 30% e assumerne il controllo.

In una nota all'Amf, l'Autorità dei mercati francesi, però, Investindustrial ha fatto sapere che prenderà in considerazione la possibilità di un'offerta per il Club Med.

Il chiarimento è arrivato dopo che il gendarme della Borsa francese aveva chiesto a Strategic Holdings, la societa' controllata da Bi Invest diventata prima azionista del Club Med con il 10,7%, di chiarire le intenzioni del gruppo nei confronti del numero uno mondiale dei villaggi di vacanza.

In un comunicato separato, Strategic indica che "potrebbe prendere in considerazione un'alleanza con Investindustrial" nell'ambito di un'Opa sul Club Med, prendendo una quota di minoranza in una societa' di investimento guidata da Investindustrial. Sarebbe dunque "un'azione di concerto", ma al momento, precisa Strategic, non è stata presa alcuna decisione.

Tags:
club med

in evidenza
Tra iperemesi e anoressia Paura nel Regno Unito per Kate

La principessa pesa 45 chili, preoccupati sudditi e fan

Tra iperemesi e anoressia
Paura nel Regno Unito per Kate


motori
De Meo (Acea): Ue metta in campo politica automobilistica ambiziosa

De Meo (Acea): Ue metta in campo politica automobilistica ambiziosa

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.