A- A+
Economia
Ovs pronta a cedere 100 negozi Coin

Mancano ancora i via libera della Consob e di Borsa italiana, attesi per metà ottobre, per lo sbarco a Piazza Affari di Ovs. Ma se tutto andrà bene, la rete italiana di negozi approderà sul listino a novembre, forte di 1,13 miliardi di fatturato, un ebitda di 150 milioni, e oltre mille punti vendita tra le insegne Ovs, Kids, Upim e Iana.

La capitalizzazione stimata è di circa un miliardo, ovvero meno di quanto ipotizzato sei mesi fa, quando si parlava di 1,5 miliardi. Tra i sottoscrittori Ovs potrebbero esserci Unicredit, Banca Imi, Goldam Sachs e Merrill Lync. Nel frattempo, in attesa di entrare in Borsa, Ovs starebbe valutando se cedere i cento negozi Coin.

All’insegna sarebbe interessati alcuni fondi di private equity internazionali con focus sui rilanci aziendali, disposti a sborsare oltre 200 milioni di euro, al netto del valore degli immobili. A curare la cessione è lo stesso consorzio di banche che sta portando in Borsa Ovs.

Tags:
coin
i più visti
in evidenza
"Io e Massara senza contratto Poco rispettoso da Elliott..."

Milan, Maldini attacca

"Io e Massara senza contratto
Poco rispettoso da Elliott..."


casa, immobiliare
motori
Peugeot E-Rifter, il multispazio elettrico adatto a differenti esigenze

Peugeot E-Rifter, il multispazio elettrico adatto a differenti esigenze

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.