A- A+
Economia
Fisco, arriva la compensazione per le imprese in credito con la Pa

I contribuenti potranno utilizzare in compensazione i crediti certificati e vantati nei confronti di pubbliche amministrazioni. L'Agenzia delle Entrate ha infatti istituito il nuovo codice tributo per la compensazione tramite il modello F24.

La compensazione puo' essere richiesta solo per i debiti derivanti da istituti definitori della pretesa tributaria e deflativi del contenzioso (accertamento con adesione, adesione al processo verbale di constatazione, adesione agli inviti dell'Ufficio, acquiescenza, definizione agevolata delle sanzioni, conciliazione giudiziale e mediazione).

Il codice tributo da utilizzare e': ò ''PPAA'' - Crediti nei confronti di Pubbliche Amministrazioni per il pagamento di somme dovute in base agli istituti definitori della pretesa tributaria e deflativi del contenzioso tributario-articolo 28-quinquies del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 602 Il nuovo codice tributo va riportato nella sezione ''Erario'' esclusivamente in corrispondenza delle somme indicate nella colonna ''importi a credito compensati''.

Nel campo ''numero certificazione credito'' va indicato il numero della certificazione attribuito dalla piattaforma elettronica gestita dal MEF - Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato. Il campo ''anno di riferimento'', invece, non deve essere compilato. La compensazione puo' essere richiesta solo per i debiti derivanti da istituti definitori della pretesa tributaria e deflativi del contenzioso (accertamento con adesione, adesione al processo verbale di constatazione, adesione agli inviti dell'Ufficio, acquiescenza, definizione agevolata delle sanzioni, conciliazione giudiziale e mediazione), elencati nella tabella allegata al Dm del 14 gennaio 2014, che riporta anche i relativi codici tributo.

Tags:
fiscocompensazioneimpresedebiti pa

in evidenza
Vanessa Minotti, i dietro le quinte della regina dei Mondiali

La Diletta di Qatar 2022. Le foto

Vanessa Minotti, i dietro le quinte della regina dei Mondiali


motori
Nuova Peugeot 408, fascino unico e inaspettato

Nuova Peugeot 408, fascino unico e inaspettato

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.