A- A+
Economia

 

letta alfano

"L'interruzione della discesa dei tassi e la ripresa dell'instabilità politica pesano sui conti e per questo non siamo stati in grado di scrivere oggi il 3%".

Il presidente del Consiglio Enrico Letta alza il sipario sull'andamento corrente dei conti pubblici dell'Italia nella nota di aggiornamento al Def, il documento approvato dal Cdm che contiene il nuovo quadro macroeconomico e il programma nazionale di riforme per i prossimi anni. Una fotografia della congiuntura da cui emerge che al momento l'Italia sfora il tetto del 3% nel rapporto deficit/Pil, parametro chiave in sede europea

Nel Def, spiega infatti il premier, "trovate il deficit al 3,1% che a legislazione vigente è l'attuale deficit, e confermo l'impegno a stare sotto il 3% alla fine dell'anno. Il passaggio riguarda un aggiustamento di uno 0,1% che è assolutamente alla portata e che non necessiterà interventi particolari", aggiunge poi.

Nella nota di aggiornamento, il governo ha rivisto in negativo il Pil 2013 a -1,7% e ha previsto per il 2013 uno sforamento "tendenziale" del tetto del deficit, tema a cui si lega a doppio filo anche la decisione di far salire o meno l'Iva, che da ottobre dovrebbe crescere al 22%. Le difficoltà di reperire i fondi necessari a evitare l'aumento si accompagnano alla tensione politica: il capogruppo alla Camera di Forza Italia Renato Brunetta ha dichiarato che "o l'Iva non aumenta a ottobre o non c'è più il governo", chiudendo di fatto lo spazio per ripensamenti o revisioni.

Difendondo l'operato del governo, infine il premier ha spiegato che  "nel 2013 l'esecutivo ha tagliato per 1,7 miliardi la spesa pubblica" e previsto nel Def "oltre 12 miliardi di euro in interventi nel triennio in corso per aiutare l'occupazione" e "per far sì che il nostro Paese riesca a tenere il segno più, quello della crescita".
 

Tags:
deficitletta
i più visti
in evidenza
Fedez e J-Ax, pace fatta "Un regalo per Milano e..."

La riconciliazione

Fedez e J-Ax, pace fatta
"Un regalo per Milano e..."


casa, immobiliare
motori
Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia

Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.