A- A+
Economia

La Procura di Roma ha aperto un'inchiesta, al momento senza indagati e senza alcuna ipotesi di reato, in relazione a quanto pubblicato oggi dal Financial Times e dal quotidiano la Repubblica sulle possibili perdite per i conti pubblici legate a operazioni in derivati accesi negli anni '90 e rinegoziati nel 2012. Il procedimento e' gestito dal procuratore aggiunto Nello Rossi.

Obiettivo dell'indagine, che per ora contempla alcuni ritagli di stampa, è accertare se quanto scritto negli articoli corrisponda al vero e comprendere se ci siano stati riflessi sui mercati azionari, sullo spread e sui titoli in borsa. Nei prossimi giorni, la procura della capitale si mettera' in contatto con la Corte dei Conti e con la Banca d'Italia per acquisire maggiore documentazione. L'attivita' istruttoria, gia' avviata dai militari del nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza, sara' poi affidata al nucleo speciale di polizia valutaria delle Fiamme Gialle.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
derivatiprocuraroma
i più visti
in evidenza
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi

CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Incentivi auto 2022: Stellantis guida la transizione zero emissioni in Italia

Incentivi auto 2022: Stellantis guida la transizione zero emissioni in Italia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.