A- A+
Economia

 

fabbrica8

Operazione costo del lavoro per Enrico Letta, per riuscire ad agganciare la ripresa che dovrebbe far capolino nel nostro Paese sul finire del 2013.

Dopo la delusione degli imprenditori per il mancato inserimento della deducibilità dell'Imu nell'ultimo decreto, il Governo mette infatti ora in cima all'agenda il taglio del cuneo fiscale alle imprese.

Un intervento sugli oneri sociali, ripetendo sulla falsariga quanto fatto dal governo Prodi nel 2006 in cui il Professore mise a disposizione di imprese e lavoratori 5 miliardi di euro, da attuare però in maniera selettiva. Non per tutti, cioè, accompagnato da altre misure come la detassazione degli utili reinvestiti. 

La coperta, infatti, è corta: oltre ad aver agito in maniera integrale sull'Imu, il ministero dell'Economia deve trovare anche le risorse per neutralizzare l'aumento dell'Iva.  

Per assicurare uno stimolo concreto all'economia, nella maggioranza si pensa di vincolare il taglio del cuneo, sotto forma di contributi sociali non previdenziali, a iniziative che possano avere effetti positivi sia sui profitti delle imprese sia sui risparmi delle famiglie e sia macro.  Diverse, dunque, le proposte sul tavolo anche se la più accreditata è quella di accompagnare la sforbiciata del cuneo a una detassazione dei profitti reinvestiti. Lo scopo? Spingere le aziende ad investire e anche ad assumere, soprattutto quelle orientate all'export.

 

Tags:
costo del lavorocuneo

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Räikkönen certifica la “Giulia GTA”

Alfa Romeo: Räikkönen certifica la “Giulia GTA”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.