A- A+
Economia
Creval, Lovaglio boccia il prezzo del. Credit Agricole: "E' troppo basso"
Luigi Lovaglio amministratore delegato gruppo Creval (Lapresse)

Arriva la bocciatura da parte dei vertici del Creval dell'Opa promossa dal Crediti Agricole Italia. Come preannunciato venerdì da Affaritaliani.it, il Cda ha giudicato non congruo il prezzo messo sul tavolo dalla banca francese guidata nel nostro Paese da Giampiero Maioli. In una nota appena emessa, il Cda del Credito Valtellinese, infatti, esaminati termini e condizioni dell'offerta, “pur riconoscendo che l'integrazione di una banca commerciale solida e ben posizionata quale è il Creval con un gruppo bancario come Credit Agricole Italia possa generare benefici, ritiene che il corrispettivo dell'offerta pari ad 10,500 euro per azione Creval (cum dividendo) non sia congruo da un punto di vista finanziario”.

Il board del gruppo guidato da Luigi Lovaglio, assistito da BofA Securities e Mediobanca, ritiene che la banca ha alcune caratteristiche che non sono sufficientemente valorizzate, a partire dall'"elevata eccedenza di capitale" di oltre 400 milioni che "crea anche le condizioni per un potenziale rafforzamento della politica di dividendi" una volta scadute le attuali limitazioni imposte dalla Bce al settore.

Fra gli altri punti di forza "un significativo miglioramento del profilo di rischio", in anticipo sui piani, il miglioramento dell'efficienza operativa con una forte riduzione dei costi operativi nel 2020, e la spinta dell'attività commerciale. Il Creval ha anche delle Dta (deferred tax assets, imposte anticipate, ndr) non iscritte a bilancio per 181 milioni che, considerate le aspettative reddituali, potrebbero essere iscritte per circa 30 milioni l'anno per i prossimi 5 anni.

Credit Agricole potrebbe poi "beneficiare di un rilevante goodwill negativo derivante dalla possibile acquisizione di Creval", che l'istituto lombardo stima in oltre 1 miliardo. Anche il premio offerto da Credit Agricole rispetto ai valori di Borsa precedenti all'offerta, viene ritenuto poco significativo perchè il titolo del Credito Valtellinese si stava apprezzando e anche da solo "avrebbe potuto beneficiare del trend positivo registrato dal settore bancario in generale nel periodo successivo", in particolare a seguito alla nascita del governo Draghi.

Commenti
    Tags:
    crevalcreval agricolecreval opaopa crevalopa creval agricole
    Loading...
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Affaritaliani.it compie 25 anni Il racconto del direttore Perrino

    Io mi ricordo...

    Affaritaliani.it compie 25 anni
    Il racconto del direttore Perrino


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Citroen C5 X, ritorna l'ammiraglia

    Citroen C5 X, ritorna l'ammiraglia

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.