A- A+
Economia

A oggi risultano messi a disposizione degli enti pubblici debitori 17,9 miliardi di euro (il 90% dei 20 miliardi stanziati dal Dl 35/2013) e questi hanno provveduto a pagare ai propri creditori debiti scaduti per un importo pari a 11,3 miliardi (57% dell'importo stanziato). Lo comunica il ministero dell'Economia precisando che confrontato con il precedente aggiornamento del 4 settembre si registra un progresso di 4,1 miliardi, "a testimonianza di una procedura di attuazione volta a garantire l'efficacia del provvedimento in tempi rapidi". In aggiunta ai 20 miliardi stanziati con il DL 35/2013, con il Dl 102/2013, ricorda la nota, il Governo ha autorizzato il pagamento di ulteriori 7,2 miliardi di euro nell'anno in corso.

"L'attuazione del decreto legge 35/2013 'sblocca debiti' procede regolarmente, facendo registrare un costante incremento del volume finanziario complessivamente trasferito dagli enti debitori della Pubblica Amministrazione ai creditori", sottolinea il ministero nella nota. Considerando quindi le cifre stanziate dai due decreti per il 2013 i pagamenti hanno superato piu' di un terzo dell'importo programmato, ricorda il Mef. Questo aggiornamento dello stato di attuazione evidenzia in particolare il progresso nel pagamento dei debiti sanitari da parte delle Regioni, sulla scorta del finanziamento erogato dal Tesoro: alla data della rilevazione risultano gia' effettuati pagamenti per 3,9 miliardi.

Tags:
debiti pa
i più visti
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane


casa, immobiliare
motori
Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina

Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.