A- A+
Economia
Def, al via la settimana decisiva: in programma 10 miliardi di tagli
Secondo le dichiarazioni dei redditi dei membri del governo pubblicati sul sito del Senato, il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha dichiarato 98.961 euro. Il premier risulta inoltre comproprietario di due villini, uno a Pontassieve e l'altro nel comune di origine, Rignano, in provincia di Firenze. E' inoltre comproprietario di un terreno, coltivato ad olivi, nello stesso comune di Rignano, e di un box nell'abitazione di Pontassieve

Al via la settimana del Def. Il documento sara' presentato oggi al consiglio dei Ministri, che si terrà a Palazzo Chigi alle 13,30, in vista dell'approvazione finale in programma per venerdì. Successivamente passera' alle Camere per la risoluzione parlamentare ed entro il 30 aprile dovra' essere trasmesso a Bruxelles.

Secondo quanto trapelato dal ministero dell'Economia, il Def prevede per il 2015 una crescita dello 0,7-0,8% e un rapporto deficit/pil al 2,6%. Il governo punta poi ad utilizzare la clausola di flessibilita' sulle riforme e ad ottenere dalla spending review circa 10 miliardi nel 2016. L'obiettivo e' disinnescare quest'anno le clausole di salvaguardia che comporterebbero un aumento di Iva e accise per 16,8 miliardi. Infine, il pareggio di bilancio, previsto al 2017, potrebbe slittare ulteriormente di uno o due anni.

Era stato lo stesso premier, Matteo Renzi, ad assicurare che nel Def "non esiste nel modo piu' categorico che ci sia un aumento delle tasse" e a garantire che "l'Iva nel 2016 non aumentera'".

Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan invece in un'audizione alla Camera qualche giorno fa ha sottolineato che il Def avra' un'impostazione espansiva "ma nei limiti doppi di mercato e delle regole che dobbiamo rispettare". "Saremo - ha affermato - il piu' espansivi possibili ma in modo selettivo a sostegno di occupazione e degli investimenti a livello locale". Nel Def "stiamo definendo un quadro di finanza pubblica e di crescita che rimane espansivo nel rispetto dei vincoli sia di mercato, per il finanziamento del debito, sia istituzionali, per le regole europee".

Quanto all'eventuale utilizzo della clausola sugli investimenti nell'arco del 2016, il ministro ha ribadito che "il Def e la legge di stabilita' dell'anno scorso erano gia' espansivi, a partire da quest'anno ci sono nuove clausole. Noi in ogni caso utilizzeremo i margini che le regole ci danno".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
defspending reviewpilcrescitafinanziariaivatasse
i più visti
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


casa, immobiliare
motori
Nuova Dacia Jogger, la familiare sette posti

Nuova Dacia Jogger, la familiare sette posti

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.