A- A+
Economia
Derivati, la procura di Trani cita a giudizio Passera e Bazoli

Quindici manager e funzionari di Banca Intesa-San Paolo, all'epoca dei fatti, sono stati citati in giudizio dalla Procura di Trani dinanzi al giudice monocratico del Tribunale per una presunta truffa di prodotti derivati (swap), sottoscritti a partire dal 2004 a due imprenditori di Barletta.

Tra i manager coinvolti ci sono anche l'ex ministro Corrado Passera, che e' stato amministratore delegato della banca; Giovanni Bazoli, ex presidente del cda e Giovanni Gorno Tempini, ex ad di Banca Caboto, la banca finanziaria del gruppo.

Secondo le indagini svolte dalla Guardia di finanza, coordinate dal sostituto procuratore Michele Ruggiero, i due imprenditori barlettani hanno sottoscritto dei contratti derivati Irs (Interest rate swap), in qualita' di "operatori qualificati" pur non essendolo. I prodotti venivano ingegnerizzati per Banca Intesa dalla finanziaria Caboto. I fatti contestati partono dal 2004 e arrivano in un caso fino al 2008 e, nell'altro, fino al 2011 determinando danni per 105 e 154mila euro.

La citazione in giudizio interessa anche altri vertici di Intesa o di Banca Caboto all'epoca dei fatti e tre funzionari della filiale di Barletta. Per questi ultimi la Procura ha anche chiesto il rinvio a giudizio per concorso in abusivismo finanziario continuato.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
derivatiintesa sanpaolocorrado passerabazoligorno tempini
i più visti
in evidenza
Ciclone al Sud, sole al Nord Il meteo divide l'Italia in due

Come sarà il weekend

Ciclone al Sud, sole al Nord
Il meteo divide l'Italia in due


casa, immobiliare
motori
Mercedes SLK festeggia ad ‘Auto e Moto d’Epoca’ i suoi 25 anni

Mercedes SLK festeggia ad ‘Auto e Moto d’Epoca’ i suoi 25 anni

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.