A- A+
Economia
A gennaio cala la disoccupazione. Ma nel 2014 record al 12,7%

Sembra essersi interrotta l'emorragia di posti di lavoro in Italia. Il tasso di disoccupazione a gennaio si e' attestato al 12,6%. Lo comunica l'Istat aggiungendo che dopo il calo di dicembre, a gennaio il tasso di disoccupazione e' diminuito ancora di 0,1 punti percentuali, tornando sullo stesso livello di 12 mesi prima.

Allo stesso tempo aumenta l'occupazione. Dopo due anni di calo nella media del 2014 crescono gli occupati dello 0,4% (88.000 unita' in confronto all'anno precedente). E' il centro Italia a registrare l'incremento piu' elevato (+1,8%), seguito dal Nord (+0,4%) mentre nel Mezzogiorno si registra un nuovo calo (-0,8% pari a -45.000 unita'). La crescita degli occupati interessa sia gli uomini (+0,2% pari a 31.000 unita') che, soprattutto, le donne (+0,6% pari a 57.000 unita').

Anche nel mese di gennaio il numero degli occupati ha segnato variazioni positive dopo la crescita di dicembre. Lo scorso mese gli occupati erano 22 milioni 320 mila, sostanzialmente invariati rispetto a dicembre (+11mila) ma in aumento dello 0,6% su base annua (+131.000).

Quest'ultimo dato ha fatto dire al premier: "Piu' 130mila posti di lavoro nel 2014, bene ma non basta", scrive su Twitter Matteo Renzi. Soddisfatto anche il ministro del lavoro, Giuliano Poletti: "Il lieve incremento registrato anche a gennaio (+11 mila rispetto al mese di dicembre) porta ad un aumento complessivo di 131 mila occupati su base annua. E' un risultato incoraggiante dopo diversi anni di caduta dell'occupazione, che - insieme ai segnali positivi di crescita della produzione industriale e della fiducia di imprese e consumatori - fa intravedere la possibilita' di un 2015 migliore per l'occupazione e l'economia, con un quadro di maggiore stabilita' in grado di favorire gli investimenti delle imprese".

Nella media del 2014 tuttavia il tasso di disoccupazione raggiunge il 12,7% dal 12,1% di un anno prima, si tratta del record dal 1977. In aumento anche il tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni) che cresce di 2,6 punti percentuali arrivando al 42,7%.

Tags:
disoccupazione
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Renault Arkana e-tech 145, la nouvelle vague diventa ibrida

Renault Arkana e-tech 145, la nouvelle vague diventa ibrida


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.