A- A+
Economia
Lavoro Usa: gli occupati crescono meno del previsto. Borse europee a picco


Dura solo un giorno l'effetto Draghi: dopo i rialzi di giovedì, innescati dalle parole del presidente della Bce su possibili nuovi interventi a sostegno dell'economia, le Borse europee sono tornate a scendere, preda dell'incertezza sulle prossime mosse della Federal Reserve Usa. Secondo molti osservatori, infatti, i segnali contrastanti arrivati dal rapporto sul mercato del lavoro americano renderanno ancora piu' intenso il dibattito interno alla Fed sull'opportunita' di alzare o meno i tassi gia' il prossimo 17 settembre. A Piazza Affari il Ftse Mib ha chiuso in calo del 3,18%, zavorrato in primo luogo dalle banche (UniCredit -5%). Sul mercato dei cambi, euro poco mosso a 1,1113 dollari (1,1104 ieri). Forte lo yen, che si apprezza a 132,33 per un euro (133,44) e a 119,10 per un dollaro (120,18). In calo, infine, il prezzo del petrolio: il future ottobre sul Wti cede l'1,13% a 46,22 dollari al barile.

DELUDONO I DATI USA

Negli Stati Uniti gli occupati ad agosto sono aumentati di 173 mila unità, in frenata rispetto ai 245 mila nuovi occupati di luglio. Lo riferisce il dipartimento del Lavoro. Gli analisti avevano previsto un incremento maggiore, pari a 220 mila unita'. Il tasso di disoccupazione e' sceso al 5,1% dal 5,3% di luglio (5,2% secondo le stime).

L'outlook dell'economia globale è peggiorato dalla riunione della Federal Reserve dello scorso luglio e questo convincera' la Banca centrale americana a rimandare il primo aumento dei tassi di interesse, che secondo alcuni osservatori potrebbe arrivare durante il meeting del 16 e 17 settembre.

E' questa l'idea di un gruppo di ex funzionari della Fed, espressa durante un evento organizzato dal think tank di Washington Brookings Institution. Donald Kohn, che ha lavorato per la Fed per 40 anni arrivando a essere vicepresidente dell'istituto, ha detto che due cose in particolare lo spingerebbero a votare contro una stretta a settembre: l'inflazione molto bassa e le basse aspettative del mercato dovute alla recente volatilita'.

 

Tags:
disoccupazione
i più visti
in evidenza
Jo Squillo in burqa per le donne La protesta scade nel ridicolo

GF VIP 2021

Jo Squillo in burqa per le donne
La protesta scade nel ridicolo


casa, immobiliare
motori
Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV

Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.