A- A+
Economia
eni p

Eni si conferma regina per fatturato e utili tra le società italiane. Lo certifica l'edizione 2013 della classifica stilata ogni anno dall'ufficio studi di Mediobanca analizzando i bilancio di oltre 3.500 imprese. Nel 2012, pur in presenza di quotazioni del greggio in dollari stazionarie, il gruppo ha incrementato il proprio fatturato del 16,1%, rimanendo prima societa' industriale del Paese; Eni è in vetta alla classifica anche in termini di utili, con 14,6 miliardi di euro nel biennio 2011-2012. La leadership del gruppo energetico eè confermata anche nei primi sei mesi del 2013.

Invariata la seconda posizione della classifica, occupata dallo scorso anno da Exor grazie al consolidamento di Chrysler. Confermato anche il terzo posto di Enel. La crescita di Eni nel 2012 e' stata determinata dalle vendite estere, aumentate del 23% a fronte di un ristagno di quelle italiane (+0,6%). Dietro, la holding degli Agnelli ha chiuso nel 2012 il primo anno con 12 mesi di Chrysler raggiungendo vendite per 110,7 miliardi di euro: anche in questo caso, il mercato domestico ha registrato una flessione del 19,3% sul 2011 mentre i ricavi esteri sono aumentati del 39,5%. A fine 2012 anche i soli ricavi di Fiat, pari a 84 miliardi, sono risultati superiori a quelli di Enel (82,7 miliardi) come non accadeva dal 2007.

Pirelli scalza Fininvest ed entra tra le 20 'big' d'Italia, Riva scompare dalla classifica dopo il caso Ilva, il settore energetico continua a fare la parte del leone. Dieci delle prime venti societa' appartengono al settore energetico, cinque alla gestione di infrastrutture o ai servizi e solo cinque operano nella manifattura, registrando pero' in qualche caso in Italia un fatturato non diverso da quello di una media impresa.

Nella 'top 20' solo Erg, Luxottica e Pirelli hanno guadagnato posizioni, salendo rispettivamente al dodicesimo, al sedicesimo e al ventesimo posto a scapito di Totalerg, Ferrovie dello Stato e Fininvest. Se si guarda agli utili, nel 2012 le Poste italiane, con 1,87 miliardi, hanno superato Enel portandosi al secondo posto in classifica dietro a Eni. In termini di dipendenti, le Poste si confermano primo datore di lavoro in Italia con 146.542 addetti; seguono Exor con Fiat, che pure ha il 70% della sua forza lavoro all'estero, le Ferrovie dello Stato e Telecom.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
enimediobancaclassifiche
i più visti
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività


casa, immobiliare
motori
Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti

Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.