A- A+
Economia
Euro sotto il livello di quotazione del varo. Il qe è sempre più vicino

Boccata d'ossigeno per l'Eurozona e per l'economia italiana. Per la prima volta da nove anni, l'euro è sceso sotto quota 1,1750 dollari. La moneta europea passa di mano a 1,1741 dollari, dopo essere arrivato a toccare un minimo di 1,1726 dollari, sotto quota 1,1747 dell'epoca del varo.

Causa del calo il si' condizionato della Corte europea del Lussemburgo al programma di acquisto bond da parte della Bce. Per i giudici Ue il piano Outright monetary transactions (Omt) è legittimo ma deve rispettare alcune condizioni. Gli uomini di Draghi devono infatti spiegare le circostanze straordinarie che richiedono l'avvio del programma mentre non devono fornire un'assistenza finanziaria diretta al Paese specifico di cui si acquistano i bond.

 Il si' condizionato della Corte Ue e' un "passaggio importante in vista di un giudizio preliminare", ha commentato la Bce commenta su , aggiungendo che l'Omt, e cioe' il programma per il salvataggio dell'euro, e' "disponibile e pronto".

Tags:
euro
i più visti
in evidenza
"Rido con Zalone, amo gli horror Only Fun? Sarà sorprendente..."

Elettra Lamborghini ad Affari

"Rido con Zalone, amo gli horror
Only Fun? Sarà sorprendente..."


casa, immobiliare
motori
Ford apre gli ordini per il Ranger Raptor di nuova generazione

Ford apre gli ordini per il Ranger Raptor di nuova generazione

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.