A- A+
Economia

"I mercati finanziari vogliono la stabilità e si augurano che il governo Letta prosegua con la sua politica economica". Lo spiega ad Affaritaliani.it Michele Mennoia, banchiere di lungo corso, fondatore e presidente di Geco Sim, intervistato (guarda il video sotto) dal direttore Angelo Maria Perrino. Alla domanda sul caso Berlusconi, Mennoia taglia corto: "Basta, largo ai giovani".

Nelle scelte di portafoglio, continua l'esperto che nota come oggi i giornali titolano sull'effetto traino per l'intero listino borsistico milanese di Fiat e dei titoli bancari (effetto già previsto da Mennoia, sempre su Affaritaliani.it, a fine luglio), bisogna insistere nel puntare sulle azioni della casa automobilistica torinese, "ben amministrata da un ottimo manager come Marchionne, che mira a diventare il primo produttore mondiale del mercato dell'auto e che dovrà necessariamente fare degli investimenti" e su quelle delle banche italiane.

"Grazie alla supervisione della Banca d'Italia e della Banca Centrale Europea, gli istituti di credito del nostro Paese - spiega Mennoia - hanno intrapreso quelle azioni di rafforzamento finanziario che darà i suoi frutti nei prossimi mesi". Insomma, secondo Mennoia, "su questi due comparti ci sono ancora margini di guadagno, perché le valutazioni sono bassissime" e in particolare su Piazza Affari, listino cresciuto meno rispetto alle altre borse europee.

michele mannoia
Tags:
geco simmercatiborsainvestimenti

in evidenza
Quando Crosetto condannava la Nato: "Atto ostile verso la Russia"

tweet invecchiati male

Quando Crosetto condannava la Nato: "Atto ostile verso la Russia"


motori
La storica sportività Opel GSe è ora ibrida plug-in

La storica sportività Opel GSe è ora ibrida plug-in

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.