A- A+
Economia
Exor: accordo per acquisire PartnerRe per 6,9 mld dlr

John Elkann mette fine alla lunga battaglia (a suon di rialzi di offerte) per Partner Re, il colosso Usa per la riassicurazione. La finanziaria della famiglia Agnelli ha firmato infatti l'accordo definitivo per acquisire tutte le azioni ordinarie di PartnerRe per 6,9 miliardi di dollari. La nota di Exor spiega che il gruppo ha raggiunto l'intesa per acquisire tutte le azioni ordinarie in circolazione al prezzo di 137,50 dollari per azione in contanti, più un dividendo speciale di 3,00 dollari per azione, per un controvalore complessivo di 140,50 dollari per azione, pari a una valorizzazione di PartnerRe di circa 6,9 miliardi di dollari.

L'accordo definitivo di Exor con PartnerRe fa seguito alla decisione comune di PartnerRe e Axis Capital Holdings Limited di risolvere il loro accordo di fusione e cancellare l'assemblea straordinaria degli azionisti PartnerRe programmata per il 7 agosto 2015. In base alle condizioni contrattuali dell'operazione Exor, gli azionisti privilegiati di PartnerRe riceveranno inoltre i miglioramenti annunciati il 20 luglio 2015.

L'accordo prevede un periodo di "go shop", durante il quale il Cda di PartnerRe avra' il diritto di sollecitare e valutare eventuali offerte concorrenti all'operazione Exor, avviando negoziazioni in merito ad eventuali proposte ricevute prima del 14 settembre 2015, il tutto nell'ambito delle usuali limitazioni. L'operazione richiede l'approvazione degli azionisti di PartnerRe riuniti in assemblea straordinaria che verrà convocata non appena possibile. Il perfezionamento dell'operazione è atteso non oltre il primo trimestre del 2016, subordinatamente all'ottenimento della necessaria approvazione da parte degli azionisti di PartnerRe, all'ottenimento delle autorizzazioni di legge e al verificarsi delle altre consuete condizioni per il closing .

Qualora talune autorizzazioni di legge non fossero ottenute entro i 12 mesi successivi alla firma dell'accordo o qualora emergessero impedimenti legali definitivi, irrimediabili e ostativi al perfezionamento dell'operazione, Exor si e' impegnata a corrispondere a PartnerRe una somma pari a 225 milioni di dollari a titolo di rimborso parziale della penale di interruzione pagata da PartnerRe a Axis.

"L'accordo firmato oggi è molto positivo per PartnerRe ed Exor", è stato il commento drl presidente di Exor John Elkann, secondo cui "grazie al nostro impegno di azionisti stabili, PartnerRe continuerà a svilupparsi come primaria societa' di riassicurazione indipendente e globale".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
exoragnellielkann
i più visti
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


casa, immobiliare
motori
ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna

ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.