A- A+
Economia
Nuovi treni, investimenti e più ricavi. FS, Moretti spinge sull'acceleratore

Ricavi in crescita del 3,5% medio annuo, Ebitda a 2,5 miliardi e investimenti per 24 miliardi di euro. Sono i principali obiettivi economici del piano industriale 2014-2017 del gruppo FS approvato dal Consiglio di Amministrazione di Ferrovie dello Stato Italiane.

In particolare, il piano prevede nel quadriennio una crescita dei ricavi fino a 9,5 mld euro (8,2 mld nel 2012) con un tasso medio di crescita del 3,5% all'anno trainato in particolare dai ricavi dei servizi di trasporto, sia ferro sia gomma, che superano i 7 mld nel 2017. L'Ebitda e' previsto raggiungere i 2,5 mld (1,9 nel 2012), con un margine in crescita di oltre 3 punti percentuali rispetto a quello degli ultimi anni.

Gli investimenti hanno un valore complessivo di circa 24 mld (di cui circa 8,5 in autofinanziamento) e, spiega FS, saranno destinati quasi esclusivamente allo sviluppo delle infrastrutture sui corridoi ferroviari definiti dall'Unione Europea - per quanto di interesse del nostro Paese - e di quelle nelle aree metropolitane e all'acquisto di nuovi treni e allo sviluppo di tecnologie a supporto dei business di trasporto.

Gli investimenti programmati incideranno in modo contenuto sull'indebitamento complessivo che crescera', nel quadriennio, di 0,6 miliardi. Il Piano, sottolinea il Gruppo, ''e' fortemente orientato al Trasporto Pubblico Locale, ad una piu' efficace integrazione ferro/gomma e alla messa a punto di nuovi modelli di offerta, piu' aderenti alle caratteristiche della domanda, da proporre ai committenti pubblici Regioni'' oltre che ad un ''forte sviluppo sui mercati esteri delle attivita' di trasporto, in particolare da parte delle societa' controllate (Netinera e TXLogistik) e di quelle di ingegneria e certificazione (Italferr e Italcertifer)''. ''Dopo il risanamento industriale del biennio 2007-2008 - conclude FS -che ha ricondotto i bilanci del Gruppo in utile, recuperando un passivo di oltre 2 mld di euro, il Piano 2014-2017 si prefigge quindi di consolidare le positive performance degli ultimi cinque anni, conseguite nonostante la congiuntura sfavorevole, di esaltare le potenzialita' delle sue Societa' operative, anche attraverso una piu' marcata specializzazione dei vari business, e di creare le migliori condizioni per un'eventuale quotazione del Gruppo FS da parte dell'azionista''.

Tags:
ferrovie dello statofspiano industriale

i più visti

casa, immobiliare
motori
MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.