A- A+
Economia

CHRYSLER, IL 2013 E' UN ANNO RECORD

Chrysler Group ha chiuso il 2013 con un aumento delle vendite del 9 per cento segnando il quarto anno consecutivo di incrementi. Rispetto al 2012, le vendite di autovetture sono cresciute dell'11 per cento mentre per i truck l'aumento si e' attestato all'8 per cento.

Nel solo mese di dicembre Chrysler Group ha venduto negli Stati Uniti 161.007 unita', in aumento del 6 per cento rispetto alle 152.367 unita' dello stesso periodo del 2012, con il Gruppo che segna il miglior dicembre dal 2007 e il quarantacinquesimo mese consecutivo di crescita. Le vendite del marchio Jeep sono cresciute del 34 per cento, segnando il miglior dicembre in assoluto e il piu' elevato aumento percentuale tra i vari marchi del Gruppo Chrysler. Le vendite di dicembre, sottolinea il Gruppo, sono le tra le migliori mai registrate, seconde solo al livello record di luglio 2005. Nel 2013 il marchio ha segnato un record di vendite annue a livello globale.

Il marchio Ram Truck ha conseguito un aumento del 17 per cento rispetto a dicembre 2012. Le vendite di Ram pickup sono cresciute dell'11 per cento, segnando il miglior dicembre dal 2004 e il quarantaquattresimo mese consecutivo di aumenti. La versione pesante e' risultata in crescita del 16 per cento, mentre la versione leggera ha conseguito un incremento del 7 per cento. Per l'intero esercizio, le vendite del marchio Ram Truck sono cresciute del 22 per cento segnando il piu' elevato aumento percentuale tra i vari marchi del Gruppo Chrysler.

Le vendite del marchio Fiat hanno registrato un incremento dell'1 per cento rispetto a dicembre 2012. La nuova Fiat 500L, lanciata a giugno, ha conseguito un aumento del 52 per cento rispetto al precedente mese di novembre. Le vendite del marchio Dodge hanno registrato un calo del 9 per cento rispetto a dicembre 2012 ma sono cresciute del 14 per cento per l'intero esercizio trainate dalle ottime performance di Dodge Dart, Dodge Durango e Dodge Challenger.

 

Gli investitori passano all'incasso dopo il forte rialzo di ieri del titolo Fiat, seguito all'annuncio dell'acquisizione di Chrysler. Il titolo del Lingotto ha chiuso la seduta con prese di beneficio, cedendo il 2,31% a 6,76 euro.

Intanto, il New York Times celebra Marchionne. Con l'accordo che consente a Fiat di salire al 100% di Chrysler,  il manager italo-canadese ha realizzato il suo sogno: costruire una casa automobilistica di classe mondiale, sottolinea il quotidiano, evidenziando come la sfida sia ora quella di fermare il deterioramento del business in Italia e di crescere in Asia.

L'intesa sulla quota di Veba da' vita ad una societa' con 114 miliardi di dollari di giro d'affari che rende Fiat-Chysler la settima compagnia automobilistica a livello mondiale. "E' un accordo che doveva essere fatto e Marchionne, come al solito, e' riuscito a tirare fuori il coniglio dal cilindro", ha commentato al Nyt Haral Hendrikse, analista di Nomura. I titoli Fiat hanno guadagnato il 16% ieri in Borsa.

Marchionne ha sempre detto che per essere competitiva sul mercato globale, una casa auto deve vendere almeno 6 milioni di veicoli all'anno. Fiat e Chrysler, insieme, lo scorso anno ne hanno immatricolati 4,5 milioni.

Secondo l'analista di Mediobanca Massimo Vecchio, per raggiungere l'obiettivo di 6 milioni di immatricolazioni, l'unica strada e' quella di un'alleanza asiatica che spalanchi le porte del mercato cinese. "Fiat e' in ritardo in Asia e l'alleanza sembra l'unica strada per recuperare terreno", ha osservato Vecchio indicando le giapponesi Mazda e Suzuki come possibili partner. In Europa, dove le vendite Fiat sono scese del 7,8% nei primi 11 mesi del 2013, la strada sembra piu' stretta "ma gli analisti stanno attenti a non sottovalutare Marchionne - conclude il New York Times - almeno fino ad aprile quando la societa' presentera' il nuovo business plan".

Tags:
fiatchryslerborsa
S
i più visti
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente


casa, immobiliare
motori
Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo

Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.