A- A+
Economia

Sono 162 i giorni di lavoro "divorati dal fisco" in un anno in Italia. E' la stima di uno studio di Confesercenti sulla situazione della pressione fiscale in cui si sottolinea "l'impressionante avanzata delle tasse locali, frutto del federalismo": nel 1990 bastavano 8 giorni per pagarle e ora ne servono 26. Confesercenti ricorda che il "Tax Freedom Day" che nel 1990 scattava a maggio, ora e' scivolato al 12 giugno. "Comparando il nostro peso fiscale con gli altri Paesi - spiega lo studio - emerge l'insostenibilità di quello italiano. L'abbassamento della pressione fiscale è più che mai una priorità che non può essere risolta con qualche misura tampone. Le risorse vanno trovate tagliando la spesa pubblica".

"L'ha certificato, da ultimo, lo stesso Governo, con il recente Documento di economia e finanza: il nostro - sottolinea Confesercenti - è il paese delle tasse, delle troppe tasse. Abbiamo appena segnato il record della pressione fiscale, con il 44% del 2012, e già siamo pronti a superarlo di slancio con l'ulteriore aumento atteso per il 2013 (44,4%). E il futuro, sempre stando alle valutazioni ufficiali, non promette nulla di buono: le previsioni 'tendenziali' (quelle che diventeranno realta' se non si fara' nulla) ci dicono che la maledizione del 44% ci accompagnera' (decimo piu', decimo meno) almeno fino al 2017".

Lo studio ricorda che l'Italia è "al primo posto in Europa nel 'total tax rate' (somma delle imposte sul lavoro, sui redditi d'impresa e sui consumi), con un 68,3% che ci vede quasi doppiare i livelli di Spagna e Regno Unito e ci colloca bel oltre quello della Germania (46,8%); ai più alti livelli europei quanto a numero di ore necessarie per adempiere agli obblighi fiscali (269), 2,5 volte il Regno Unito, il doppio dei paesi nordici (Svezia, Olanda e Danimarca) e della Francia, un terzo in piu' rispetto al Germania; in coda, fra i paesi Ocse, nella graduatoria di efficienza della Pubblica Amministrazione, con un valore (0,4) pari a un quarto di quello misurato per la Germania e il Regno Unito".

Tags:
fiscobollettetasse

i più visti

casa, immobiliare
motori
Mercedes partnership con Phi Beach

Mercedes partnership con Phi Beach


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.