A- A+
Economia

I mercati accolgono con favore i dati sul mercato del lavoro statunitense e le borse europee chiudono in deciso rialzo, in linea con l'andamento robusto di Wall Street. Il Dax di Francoforte sale dell'1,92% a 8.254,68 punti, il Cac 40 di Parigi guadagna l'1,53% a 3.872,59 punti, l'Ftse 100 di Londra avanza dell'1,2% a 6.411,99 punti, l'Ftse Mib di Milano cresce dell'1% a 16.691,06 punti, l'Ibex di Madrid segna +0,61% a 8.266,6 punti.

PIAZZA AFFARI - Piazza Affari, dopo il pesante ribasso dela vigilia, chiude in rialzo una giornata volatile ma senza grosse variazioni sia in positivo sia in negativo. Dopo un'apertura positiva, i principali indici milanesi hanno virato verso il segno meno sulla scia della generale flessione dei bancari, gia' bersagliati dalle vendite nella seduta di mercoledi'. Sono stati gli stessi finanziari, con l'aggiunta di alcuni titoli industriali e del comparto energetico, a portare Piazza Affari verso il rialzo conclusivo, favorita dall'apertura positiva di Wall Street, a sua volta incoraggiata dai dati sul mercato del lavoro Usa. L'Ftse Mib finale ha quindi segnato un progresso dell'1% a quota 16.691 punti. L'All Share ha chiuso invece a quota 17.696 punti (+1,01%).  Tra i bancari in evidenza Intesa Sanpaolo (+3,01%), Mediobanca (+2,55%), Ubi Banca (+0,67%), Popolare Milano (+0,98%) e Popolare Emilia (+1,17%). In controtendenza Unicredit (-0,73%) e Mps che ha chiuso con un -0,54% dopo il tonfo di giovedi' (-8%). Ben intonati, sempre tra i finanziari, Generali (+1,29%) e Unipol (+2,14%). Positivi i principali titoli energetici, a partire da Eni (+1,76%), Enel (+0,65%) e A2A (+0,92%). Piu' contenuto il rialzo di Saipem (+0,35%). Tra gli industriali, invece, si sono distinti Fiat +3,13%, Pirelli +1,87% e Italcementi con un +1,61%. Negativa Finmeccanica che ha lasciato lo 0,97%. In rialzo anche Telecom Italia (+1,04%) e, in linea con l'andamento dell'intera seduta, Autogrill (+3,09%) all'indomani dell'assemblea che ha dato nuove aspettative sul fronte di possibili acquisizioni. Sul fronte dei ribassi, particolarmente brusco il calo di Rcs che ha perso il 5,28%.

SPREAD - Rientra nei ranghi lo spread dopo la fiammata di ieri, legata ai timori che la Bce tiri il freno sulla politica monetaria. Il differenziale di rendimento tra Btp decennali e omologhi tedeschi chiude a un minimo di seduta di 265 punti dopo aver sfiorato un massimo a quota 300. Il tasso e' al 4,19%. Lo spread Bonos/Bund si attesta invece a 300 punti per un rendimento del 4,53%.

TOKYO - La Borsa di Tokyo ha chiuso in perdita. Il Nikkei ha registrato un calo di 26,49 punti, pari allo 0,21%, e si e' fermato a quota 12.877,53. (AGI)

Tags:
mercatiborsespread
i più visti
in evidenza
Meteo, fresco? È solo un’illusione Torna l'inferno. Ecco quando

Meteo

Meteo, fresco? È solo un’illusione
Torna l'inferno. Ecco quando


casa, immobiliare
motori
Nissan JUKE Hybrid: efficienza e basse emissioni ma anche piacere di guida

Nissan JUKE Hybrid: efficienza e basse emissioni ma anche piacere di guida

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.