A- A+
Economia

Le borse europee chiudono negative. Pesa il calo del 3% della borsa di Mosca, che arretra sulla scia dell'ipotesi di nuove sanzioni per la crisi ucraina e dopo la decisione della corte arbitrale dell'Aja, che ha condannato la Russia al risarcimento di 50 miliardi di dollari agli ex azionisti di Yukos, per averne confiscato gli asset. A Milano il Ftse Mib segna -0,59% a 20.939,08 punti. Parigi, in controtendenza, guadagna lo 0,33% a 4.344,77 punti. Francoforte perde lo 0,48% a 9.598,17 punti e Madrid arretra dello 0,08%. Negativa Londra con -0,05% a 6.788,07 punti.

PIAZZA AFFARI - Chiusura in ribasso per la Borsa nella prima seduta della settimana, con l'indice Ftse Mib che registra una perdita dello 0,59%, a 20.939 punti, mentre l'All Share cede lo 0,58%. Per Piazza Affari una performance tra le peggiori in Europa, insieme a Francoforte. Dopo un avvio vivace (massimo del +0,8%), il listino ha fatto dietrofront, toccando nel pomeriggio un minimo del -1,1%, condizionato dalla debolezza dei titoli bancari, che hanno pesato sull'indice. Minima invece sembra essere stata l'influenza di Wall Street e dei dati Usa deludenti sulle vendite di case e sull'indice Pmi.

TITOLI DI STATO - E' andata bene l'asta di Ctz e Btpei con il collocamento di 2,25 miliardi di Ctz al rendimento lordo di 0,428%, minimo storico, e il collocamento di 445 mln di Btpei a 15 anni al rendimento di 1,66% e di Btpei a 5 anni per 555 mln al rendimento di 0,25%. Per i Ctz 24 mesi la scadenza e' del 29 aprile 2016; per i Btpei a 15 anni la scadenza e' il 15 settembre 2026 e per i Btpei a 5 anni la scadenza e' del 15 settembre 2018.

SPREAD - Spread in leggero calo. Il differenziale tra Btp decennali e omologhi tedeschi termina la sua corsa a 153 punti, contro i 156 punti dell'apertura. Il rendimento e' al 2,67%. Bonos/Bund a 135 punti, con un rendimento al 2,49%.

TOKYO - Dall'altra parte del globo, secondo rialzo consecutivo alla Borsa di Tokyo, che ha fatto registrare i nuovi massimi da sei mesi grazie al clima di ottimismo tra gli investitori nipponici sulle prospettive dei profitti societari. Al termine delle contrattazioni l'indice Nikkei dei 225 titoli-guida si e' issato cosi' a quota 15.529,40 dopo aver guadagnato 71,53 punti pari allo 0,46%: non saliva tanto dal 23 gennaio scorso. Analogo l'andamento odierno del Topix relativo all'intero listino, che a sua volta e' cresciuto di 4,72 punti pari allo 0,36% per attestarsi in chiusura a quota 1.286,07.

Tags:
borse

i più visti

casa, immobiliare
motori
Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio

Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.