A- A+
Economia
Ligresti

Ancora guai per FonSai. Quattordici nuovi avvisi di garanzia sono stati spiccati stamane dalla Procura di Torino nei confronti dei vertici del Comitato esecutivo del Cda della compagniai che nel marzo del 2011 approvarono il bilancio 2010. Tra di loro anche Salvatore Ligresti e i suoi figli.

Le nuove ipotesi di reato riguardano la manipolazione del mercato, il falso in prospetto, il falso in bilancio e la responsabilità amministrativa degli enti.

Il fronte delle indagini su Fonsai, coordinate dal procuratore aggiunto Vittorio Nessi e dal sostituto Marco Gianoglio, si allarga dopo 9 mesi di analisi delle carte e dei 12 terabyte tra mail e documenti elettronici sequestrati dalla Guardia di finanza nelle numerose perquisizioni effettuate negli ultimi mesi.

A quanto si apprende, gli investigatori hanno raccolto elementi idonei a configurare anche i reati previsti in materia di intermediazione finanziaria e a individuare ulteriori soggetti responsabili. I quattordici indagati per falso in bilancio, manipolazione del mercato e falso in prospetto facevano parte del Comitato esecutivo del Cda del gruppo, comprendono il responsabile del bilancio dell'epoca e gli azionisti di riferimento, tra cui Salvatore Ligresti.

Colpiti da avvisi di garanzia, per la sola manipolazione del mercato, anche i membri del Comitato esecutivo di Milano Assicurazioni e - in virtu' della normativa in tema di responsabilita' amministrativa degli enti - la stessa societa' e la capogruppo Fondiaria Sai.

Le nuove ipotesi di reato riguardano il bilancio consolidato di gruppo del 2010, nel quale - secondo gli inquirenti e secondo quanto accertato anche a seguito di una ispezione Isvap - sarebbe stato "nascosto" al mercato un "buco" nelle riserve sinistri di almeno 600 milioni di euro, privando gli investitori di informazioni determinanti per una corretta valutazione dei titoli azionari. Il bilancio 2010 sarebbe stato preso a base anche per la predisposizione del prospetto informativo dell'aumento di capitale di Fonsai di circa 450 milioni avvenuto nel luglio 2011, dando - secondo gli inquirenti - un'ulteriore informazione fuorviante al mercato da cui nasce l'ipotesi di falso in prospetto.

Tags:
fonsailigrestiavviso di garanzia
i più visti
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane


casa, immobiliare
motori
Giornata Api, Lamborghini impegnata per la salvaguardia dell’ecosistema

Giornata Api, Lamborghini impegnata per la salvaguardia dell’ecosistema

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.