A- A+
Economia

 

hollande merkel 500

twitter@andreadeugeni

Il piano francese per riportare il deficit pubblico al 3% del Pil si basa su un mix di interventi di aumenti delle tasse e tagli della spesa. Zoccolo duro di misure di politica economica a cui si aggiunge una serie di vendite di partecipazioni azionarie dell'Eliseo (vedi la cessione dei pacchetti in Eads) per fare cassa e rimpinguare così il gruzzoletto che il Tesoro avrà a disposizione quest'anno per abbattere il deficit.

L'obiettivo? Far quadrare finalmente i conti pubblici e non far scattare le severe sanzioni Ue per la sua decisione di rinviare l'obiettivo di un altro anno.

Per il denominatore del temuto rapporto deficit/Pil valido ai fini di Maastricht, il programma di stabilità rilasciato dal ministero delle Finanze e basato sulle "realistiche previsioni del governo", prevede però un prodotto interno lordo in crescita dello 0,1% quest'anno e dell'1,2% nel 2014, con un deficit al 2,9% del Pil l'anno prossimo. Peccato, però, che le stime dell'Eliseo non coincidano con quelle degli organismi economici internazionali, in primis quelle del Fmi, che prevede un Pil a +0,1% nel 2013 e soltanto a +0,3% nel 2014.

Inizialmente, Parigi aveva stimato di raggiungere il tetto del 3% già quest'anno, ma poi ha dovuto fare retromarcia in Zona Cesarini in maniera imbarazzante, chiedendo ancora un anno di tempo, a causa della bassa congiuntura economica e ora prevede un deficit del 3,7% nel 2013, dopo il 4,8% del 2012. Insomma, a causa del superficiale ottimismo transalpino rivedremo un film già visto anche il prossimo anno? E dire c'è chi denuncia da molto tempo che il vero malato d'Europa è la Francia.

 

Tags:
francia
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce

Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.