A- A+
Economia

 

g8 (2)

Priorità lavoro, con un occhio ai paradisi fiscali. Sono i temi sul tavolo del G8. I leader si sono accordati per intensificare la lotta all'offshore. "Uno strumento essenziale nella lotta all'evasione fiscale è lo scambio di informazioni fra giurisdizioni". Alcuni passi avanti sono già stati fatti lungo la strada che porta alla trasparenza fiscale. Ma occorre "definire un nuovo standard" antievasione.

Quale sarà? L'impegno è quello di "sviluppare un modello globale singolo per lo scambio automatico di informazioni a livello multilaterale e bilaterale" fondato sui sistemi esistenti. Gli otto grandi ribadiscono il sostegno agli standard Ocse e assicurano che lavoreranno con l'organizzazione di Parigi e il G20 per dare seguito "urgentemente alle sue raccomandazioni".

Se l'accordo anti-paradisi fa rumore, resta centrale il nodo occupazione: "La nostra urgente priorità è promuovere la crescita e il lavoro, in particolare per quanto riguarda i giovani e i disoccupati di lungo termine", si legge nel documento diffuso dai leader presenti. Che assicurano supporto "ad ogni sforzo per la ripresa globale" attraverso il sostegno alla domanda e riforme delle economie "per garantire la crescita". E ancora: "Sono necessarie misure urgenti e specifiche per creare posti di lavoro di qualità, in particolare per i giovani e per i disoccupati a lungo termine. Siamo tutti impegnati a fare le riforme necessarie nelle nostre economie per sostenere i sistemi finanziari più forti, mercati del lavoro solidi, posti e crescita, e rilanciare il commercio mondiale".

Tags:
g8paradisi fiscalilavoro

i più visti

casa, immobiliare
motori
Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in

Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.