A- A+
Economia

Il gruppo Pernigotti passa alla turca Toksoz. Lo comunica in una nota la societa' Averna, che ha siglato un accordo per cedere l'intero capitale dell'azienda piemontese detentrice dello storico marchio dei dolci. Il gruppo Toksoz, che ha sede a Istanbul, e' uno dei principali gruppi privati in Turchia e, con un fatturato annuo di circa 450 milioni di euro, opera nel settore alimentare, nel farmaceutico e in quello energetico. L'attivita' produttiva del gruppo Pernigotti si svolge a Novi Ligure, dove l'azienda occupa circa 150 dipendenti. "Manterremo e potenzieremo l'attuale struttura, sviluppando l'attivita' in nuove e interessanti aree geografiche, sfruttando la forza del marchio Pernigotti. Introdurremo Pernigotti nel mercato turco cosi come in altri importanti paesi", commentano Ahmet e Zafer Toksoz. "Negli ultimi mesi - dichiara la famiglia Averna - siamo stati oggetto di un forte interesse da parte dei principali operatori nazionali ed esteri; siamo lieti di affidare Pernigotti al gruppo Sanset della famiglia Toksoz, solido e determinato ad agire in ottica di continuita' e sviluppo". Pernigotti, azienda italiana con oltre 150 anni di storia, si distingue - ricorda una nota - per la posizione di leadership nel segmento del cioccolato gianduia, del torrone e degli intermedi per gelato e pasticceria. Pur operando finora prevalentemente sul mercato domestico, ha riscontrato negli ultimi anni "un crescente interesse per i propri prodotti sui mercati internazionali, tra cui Germania, Stati Uniti, America Latina e Cina". Le vendite ammontano a circa 75 milioni di euro. La Averna, gestita dalla omonima famiglia da cinque generazioni, e' attiva nella produzione e commercializzazione di alcolici con marchi propri e nella distribuzione nel mercato italiano di alcuni marchi internazionali.

Diadora torna ad essere tutta italiana

In un momento particolarmente critico per l'economia italiana, Diadora, controllata interamente da L.I.R. Srl, finanziaria della famiglia Moretti Polegato, ha acquistato per 9,2 milioni di Dollari i marchi ''Diadora'' per Cina, Hong Kong e Macao detenuti dal Gruppo Win Hanverky. Win Hanverky e' un gruppo industriale quotato alla borsa di Hong Kong. La realizzazione di questa operazione - si legge in una nota - ha richiesto un aumento di capitale della Societa' interamente sottoscritto da L.I.R. L.I.R. nel luglio 2009 aveva acquisito le attivita' di Diadora con lo scopo di salvare e rilanciare lo storico brand dello sport italiano i cui prodotti sono stati indossati da campioni quali Bjiorn Borg, Roberto Baggio, Ayrton Senna, Sebastian Coe o la nazionale italiana di calcio. Il Gruppo, oggi presieduto da Enrico Moretti Polegato, ha raggiunto in 4 anni un fatturato aggregato di 200 milioni di euro con un EBITDA di 5,7 milioni di euro. ''Con questa acquisizione, Diadora torna ad essere un marchio totalmente italiano'' afferma Enrico Moretti Polegato. ''Diadora, gia' presente in piu' di 60 paesi, con questa operazione prosegue nella sua sfida di espansione internazionale ed e' pronta a conquistare il mercato cinese, offrendo a milioni di consumatori prodotti caratterizzati da eccellenza tecnologica e design italiano''.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
gianduiottipernigottidiadora
i più visti
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”


casa, immobiliare
motori
In viaggio con Ford Kuga Plug-In Hybrid alla scoperta delle bellezze di Vulci

In viaggio con Ford Kuga Plug-In Hybrid alla scoperta delle bellezze di Vulci

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.