A- A+
Economia
Bonus 80 euro, #Renzinoncifregare. Soldi in tasca, impatto zero sui consumi

Un giugno magro, magrissimo. Altro che impulso alla crescita. Secondo i big della grande distribuzione le spese degli italiani non sono di certo aumentate dopo lo stanziamento degli 80 euro in busta paga da parte del governo Renzi, anzi. Certo è ancora presto per dare un giudizio definitivo ma intanto il primo stipendio "pesante" non ha giovato all'economia italiana.

La spinta ai consumi tanto attesa non è arrivata. A testimoniarlo ci sono i big della grande distribuzione con aziende che hanno visto calare il fatturato nelle ultime settimane. E' il caso di McDonald's. E gli italiani non reinvestono quegli 80 euro nemmeno nel fare la spesa. Esselunga e Coop riferiscono di non aver potuto osservare nessun miglioramento o aumento di spesa da parte degli italiani.

Secondo qualcuno la scusa sarebbe le tante scadenze fiscali di questi mesi, senza contare la disoccupazione in aumento. Secondo qualcun altro sarebbe addirittura colpa dei Mondiali di calcio che terrebbero la gente a casa, lontana da negozi e ristoranti. Quel che è certo è che per ora quei famosi 80 euro non hanno rimesso in circolo l'economia italiana. Che sia forse il caso di intervenire su disoccupazione e carico fiscale?

Tags:
bonusrenziconsumi

i più visti

casa, immobiliare
motori
Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford

Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.