A- A+
Economia
Impregilo torna in utile. 7 mld di ricavi nel piano industriale. VIDEO

Si alza il sipario sul nuovo piano industriale 2014-2017 di Salini Impregilo che prevede ricavi per 7 miliardi a fine periodo, contro i circa 4 miliardi fatturati nel 2013. La principale società di costruzione italiana prevede inoltre di raggiungere nel 2017 un'Ebitda di 800 milioni circa, un Ebit di quasi 500 milioni; il tutto con nuovi ordini medi annui pari a sette miliardi. Numeri che la borsa di Milano, dove l'amministratore delegato del gruppo Pietro Salini ha illustrato le strategie (appuntamento a cui Affaritaliani.it era presente), ha accolto bene, premiando il titolo (in una seduta negativa per il Footsie-Mib) con un rialzo di oltre un punto percentuale a 4,50 euro.

A fine piano, il portafoglio ordini complessivo del gruppo alla fine del periodo arriverà a 28,8 miliardi, di cui 21,9 miliardi nel settore costruzioni. Le acquisizioni totali del gruppo nel 2013 sono state pari a 8,6 miliardi, dei quali 5,9 miliardi nel settore core delle costruzioni e 2,73 miliardi nelle concessioni. La posizione finanziaria netta a fine 2013 era negativa per 332 milioni di euro.

Nel 2013, invece, Salini Impregilo è tornata in utile: 99 milioni contro il precedente risultato negativo di 117 milioni, che era stato causato dalle perdite previste sul Canale di Panama.

I risultati pro forma dell'esercizio 2013 non consolidano la Todini Costruzioni Generali, la cui partecipazione è stata posta tra le attività detenute ai fini della vendita, in considerazione delle strategie del gruppo che puntano al perseguimento di "sempre più efficienti allocazioni delle risorse". L'obiettivo del management è cedere l'asset entro fine anno.

Il Cda proporrà all'assemblea convocata per il 30 aprile di distribuire un dividendo di 0,26 euro solamente per i possessori delle risparmio. Per quanto riguarda il piano al 2017, Impregilo stima un crescita di ricavi ed Ebitda nel 2014 pari al 10%, mentre per l'Ebit l'incremento per l'anno in corso è stimato in un 5%. Salini Impregilo intende anche rafforzare la propria presenza geografica attraverso un'elevata percentuale di partecipazione alle gare in alcune aree considerate core quali: l'Europa, l'Africa e l'America Latina e diversificare ulteriormente il portafoglio con il rafforzamento della presenza in mercati con elevata potenzialità di crescita come l'America del nord e l'Australia, mercati dove sono previsti ingenti investimenti in opere stradali e idroelettriche.

"Con l'approvazione dei risultati di esercizio 2013 mettiamo un altro mattone nel nostro processo di crescita, per la creazione di un player globale nel settore delle infrastrutture complesse in grado di competere con i principali concorrenti internazionali", ha commentato Pietro Salini.

Salini ritiene che si tratti della "declinazione di un sogno di crescita oggi possibile grazie alla presenza globale nelle aree a più alta crescita, coniugata alle competenze tecniche e manageriali, che consentiranno un lineare incremento dei margini e una ulteriore ottimizzazione dei costi". Per questo, aggiunge, "crediamo che il percorso delineato dal piano industriale sia una buona opportunita' per i nostri azionisti, e per questo guardiamo con fiducia al previsto aumento di capitale che, attraverso il ripristino del flottante, permetterà l'entrata nella compagine azionaria di Salini Impregilo di nuovi investitori, che insieme a noi parteciperanno alla creazione di valore che si accompagna al piano".

Tags:
impregilosalinipiano
i più visti
in evidenza
Arriva l'aria polare dalla Svezia Fine maggio brividi. Previsioni

Meteo

Arriva l'aria polare dalla Svezia
Fine maggio brividi. Previsioni


casa, immobiliare
motori
Nuova Maserati MC20 Cielo, la spider dal tetto retrattile

Nuova Maserati MC20 Cielo, la spider dal tetto retrattile

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.