A- A+
Economia

 

Giorgio Squinzi (3)

"Speravamo oggi di poter discutere del programma dei primi 100 giorni di un nuovo, stabile governo. Invece siamo a più di 50 giorni di inerzia totale". Inerzia che ci ha fatto "buttar via un punto di Pil". Chiudendo la Biennale della Piccola Industria di Confindustria al Lingotto di Torino, il numero uno di Confindustria Giorgio Squinzi torna a stigmatizzare l'inadeguatezza della politica italiana, aggiungendo che lo stallo è "rischioso e costoso". Inadeguatezza che "strangola quelle creature che dice di amare e di voler amministrare. Lavoratori e imprese, insieme".

 "Fiducia e affidabilità. Ecco ciò di cui abbiamo bisogno. Fiducia, stabilità e governo, perchè questi indici così negativi non sono piu' solo il frutto della tempesta finanziaria o il trascinarsi della crisi di domanda globale, che pure continua a soffiare e affatica anche altre economie, comprese quelle forti", ha proseguito Squinzi. "Questi numeri sono il frutto del non governo, della mancanza di quel minimo di responsabilità da parte di tutti di sospendere le ormai più che ventennali ostilità e dare un governo al Paese in un momento cosi' drammatico". Personalmente, ha concluso, "mi sono stancato di cercare di capire questo gioco dell'oca, in cui, tutti i giorni, torniamo alla casella di partenza".

"Così parlare di crescita oggi sembra un azzardo, se non un miraggio", ha aggiunto. Confindustria ha dei "dubbi" sul decreto che sblocca i pagamenti dei debiti delle imprese nei confronti della Pubblica amministrazione ma allo stesso tempo si dice convinta che "il Parlamento potrà svolgere un ruolo fondamentale nel rendere la norma semplice, trasparente e di rapida applicazione".

"Su un monte debiti di poco meno di 100 miliardi, ne sono stati messi a disposizione 40 in dodici mesi. Pochi, ma è un inizio", ha proseguito. "Ne è nato un provvedimento del Governo, importante, sul quale dobbiamo lavorare ancora sugli aspetti della tempistica e della burocrazia. Molte sono le sollecitazioni, quasi un grido di dolore, che in questi giorni mi sono arrivate da amministratori locali e dai sindaci, per un provvedimento che tutti ci segnalano di difficilissima lettura ed applicazione", ha concluso.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
impresesquinzipuntopil
i più visti
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


casa, immobiliare
motori
Opel Astra Sports Tourer fa un salto nell’era elettrica e del design

Opel Astra Sports Tourer fa un salto nell’era elettrica e del design

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.