A- A+
Economia

Di Gianni Marino, un lettore

Gent.mo Direttore,
 
ho letto  le  ultime  indiscrezioni  riguardo al  fantomatico (utilizzo  tale  parola di  proposito e si capirà in  seguito) rimborso Imu  con titoli  di  Stato  (Bot).

La  cosa mi lascia  difatti perplesso: per un importo  che arriva  massimo a  500 euro, ovviamente per la prima casa, emettere  un  titolo  di Stato è ridicolo  in quanto  sullo  stesso  graverebbe sia  il  deposito  titoli che la  nuova imposta di  34,2 senza contare  il  20% sugli  interessi che  del resto sarebbero  ben poca  cosa.

Di  qui  il  termine  "fantomatico". Non sarà  che tra imposte e balzelli  vari  al momento  di riscuotere  tale "credito" ci si  ritovi  con  meno della  metà, specialmente per gli  importi  minori, di  quanto versato originariamente?

Le  porgo  i miei più cordiali  saluti, sperando  che  tale riflessione  sia  argomento  di  discussione  con gli ospiti politici i quali , spero anche  se  non ci credo più di  tanto, rispondano in modo  chiaro e non in modo  criptico, agevolando la  libera  interpretazione degli  ascoltatori  e non dando false  speranze.

Tags:
imubotrimborso imuprima casa

in evidenza
Tra iperemesi e anoressia Paura nel Regno Unito per Kate

La principessa pesa 45 chili, preoccupati sudditi e fan

Tra iperemesi e anoressia
Paura nel Regno Unito per Kate


motori
De Meo (Acea): Ue metta in campo politica automobilistica ambiziosa

De Meo (Acea): Ue metta in campo politica automobilistica ambiziosa

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.