A- A+
Economia
epifani (3)

Non c'è ancora un testo, ma l'accordo sull'Imu è più vicino. Il ministro dell'Interno Alfano ha definito "costruttivo" un incontro avuto con Brunetta e il ministro dell'Economia Saccomanni. Al di là delle dichiarazioni di rito, però, la mediazione è stata complicata.

Il Pd e i suoi ministri hanno fatto fronte comune diffondendo una nota, nella quale chiedono il superamento dell'Imu attraverso "soluzioni eque nel contesto di una riforma federale". Le priorità sono altre, Cig ed esodati su tutte. Gli esponenti del Partito Democratico non lo dicono esplicitamente, ma la sostanza è chiara: l'Imu non può essere cancellata anche per gli edifici di pregio, occorre far pagare i più ricchi. La soluzione offerte è quella di una "riforma in senso federalista dell'imposte locali e sui rifiuti, in una logica di equità e di equilibrio". In altre parole, come già affermato negli scorsi giorni dal sottosegretario all'Economia Pier Paolo Baretta, il Pd punta a una Service Tax, che includa Imu e Tares senza risultarne la mera somma. 

La nota del Pd sa molto di "vorrei ma non posso". L'abolizione dell'Imu è subordinata al reperimento delle coperture. Il problema è che le risorse sono scarse e dovrebbero servire anche per bloccare l'aumento dell'Iva di un punto percentuale. Se, come ha affermato il ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato, per coprire l'Imu "non saranno aumentate altre tasse", la via si fa sempre più stretta. Agosto (e il tempo a disposizion del governo) è agli sgoccioli.

Tags:
zanonatoimutasse
i più visti
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane


casa, immobiliare
motori
Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina

Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.