A- A+
Economia
Ingegneri all'asta su eBay La protesta degli esuberi Micron

Ingegneri, matematici, tecnici, informatici all'asta su eBay. E' l'iniziativa, volutamente provocatoria, lanciata da 419 dipendenti della Micron, che dal 7 aprile, salvo miracoli, perderanno il posto a causa degli esuberi annunciati dalla società americana.

L'obiettivo degli esuberi è quello di farsi sentire, soprattutto da Renzi. "419 eccellenze microelettronica: dal 7 aprile in vendita ingegneri, fisici, tecnici specializzati. Da eccellenze, ad eccedenze Micron", recita l'annuncio.

E non c'è solo eBay. I lavoratori stanno ingaggiando una battaglia di informazione su tutto il web: tra hashtag su Twitter (#ilcasomicron), post su Facebook, foto e cartelloni nelle diverse città, la vicenda sta diventando un caso nazionale. Anche perché negli anni scorsi Micron ricevette 150 milioni di euro di contributi pubblici per creare 1.500 posti di lavoro.

Micron in Italia è arrivata tre anni fa acquistando Numonyx, azienda fondata nel 2008 da St Microelectronics e Intel, ed è presente con quattro stabilimenti (Arzano, Agrate, Avezzano, Catania e Padova) per un totale di 1.100 lavoratori.

Il sito più colpito dai tagli è quello lombardo di Agrate, dove si stimano 223 eccedenze su 507 addetti, seguono Catania a 127 esuberi su 324 impiegati, Arzano con 52 su 131 dipendenti e Avezzano a quota 17 tagli su 92 persone. I tgli non riguardano invece Padova dove lavorano poche unità.

Tags:
micronebayfacebooktwitter

in evidenza
Quando Crosetto condannava la Nato: "Atto ostile verso la Russia"

tweet invecchiati male

Quando Crosetto condannava la Nato: "Atto ostile verso la Russia"


motori
La storica sportività Opel GSe è ora ibrida plug-in

La storica sportività Opel GSe è ora ibrida plug-in

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.