A- A+
Economia
InsolvenzFest, a Bologna la decima edizione su crisi, debiti e diritti
Massimo Ferro, screenshot da video Youtube canale OCI - Osservatorio Crisi d'Impresa

Dieci anni di approfondimenti su un tema delicato e complesso come quello dell’insolvenza, declinato nelle sue diverse implicazioni, economiche, giuridiche, sociali e filosofiche. Una riflessione che, correndo sull’asse del tempo e proponendo di volta in volta chiavi di lettura alternative, ha intercettato dinamiche, evoluzioni e regressioni del sistema politico-sociale e delle sue relazioni, fino ad arrivare al biennio 2020-21 e alle trasformazioni avviate e accelerate dalla pandemia. Il filo del discorso per InsolvenzFest riparte dal tema “Debiti e disuguaglianze”, già al centro degli incontri dello scorso anno e oggi quanto mai attuale.

Oltre il reale dato economico e le effettive diramazioni giuridiche in fatto di debiti, crediti, diritti e disuguaglianze, il Festival (in programma dal 23 al 26 settembre prossimi) si fa tramite e racconto della loro percezione nei flussi della comunicazione quotidiana e sociale, anche attraverso il linguaggio cinematografico, letterario e giornalistico. Oggetto di approfondimento specifico saranno la sicurezza sui luoghi di lavoro, le disuguaglianze nello sport, criminalità, mafie e caporalato, consumo di suolo e scarsità di risorse, lentezza e inefficienza della macchina della giustizia, reddito di cittadinanza e disoccupazione.

“Dall’investimento su economia, sport e scuola dell’edizione 2020, l’approfondimento del programma del 2021 attualizza la nuova agenda pubblica delle priorità degli investimenti che qualificano l’azione dell’Italia nel contesto europeo. Suggerendo l’urgenza di una verifica stringente su giustizia, rapporti economici e di lavoro, concorrenza di imprese mafiose, limitatezza delle risorse e ambiente, coesione sociale e territoriale, disuguaglianze di fatto e di statuto”, commenta Massimo Ferro, coordinatore dell’OCI-Osservatorio sulle crisi di impresa.

Promosso dall’OCI, InsolvenzFest si svolge con il patrocinio e il supporto del Comune di Bologna e il patrocinio della Città metropolitana di Bologna e della Regione Emilia-Romagna; in collaborazione con il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Bologna, la Fondazione Forense Bolognese, il Consiglio dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili di Bologna, la Fondazione dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili di Bologna, l’Associazione dei Curatori e dei CTU del Tribunale di Bologna, i Consulenti del Lavoro, Consiglio provinciale di Bologna, la Cineteca di Bologna, la Biblioteca comunale dell’Archiginnasio e Sportfund, Fondazione per lo sport Onlus.

La partecipazione al Festival è gratuita con iscrizione obbligatoria. La fruizione dei convegni sarà possibile sia in presenza sia a distanza, confermando la formula ibrida online e offline già testata con successo nel 2020. Per accedere alle sale convegnistiche è richiesta l’esibizione del Green Pass.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    insolventfestbolognacrisidebitidiritti
    i più visti
    in evidenza
    E-Distribuzione celebra Dante Il Paradiso sulle cabine elettriche

    Corporate - Il giornale delle imprese

    E-Distribuzione celebra Dante
    Il Paradiso sulle cabine elettriche


    casa, immobiliare
    motori
    Stefano Accorsi porta in pista la nuova Peugeot 908 9X8 Hypercar

    Stefano Accorsi porta in pista la nuova Peugeot 908 9X8 Hypercar

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.