A- A+
Economia
Papa Francesco riforma lo Ior: "Si allineerà alle regole internazionali"

"Papa Francesco ha approvato una proposta sul futuro dell'Istituto per le Opere Religiose, riaffermando l'importanza della missione dello Ior per il bene della Chiesa Cattolica, della Santa Sede e dello Stato della Citta' del Vaticano". Lo rende noto la Sala Stampa della Santa Sede. "Lo Ior - si legge nel testo diffuso questa mattina - continuera' a servire con attenzione e a fornire servizi finanziari specializzati alla Chiesa Cattolica in tutto il mondo. I significativi servizi che possono essere offerti dall'Istituto assistono il Santo Padre nella sua missione di pastore universale e supportano inoltre istituzioni e individui che collaborano con lui nel suo ministero".

In occasione dell'annuncio della riforma dello Ior, il cardinale-prefetto del nuovo superdicastero per l'Economia, George Pell, "ha confermato l'importanza di un allineamento sostenibile e sistematico delle strutture legali e normative della Santa Sede e dello Stato della Citta' del Vaticano con le 'best practice' regolamentari internazionali". Lo rivela la nota della Sala Stampa della Santa Sede diffusa questa mattina.

"Una efficace supervisione regolamentare e i progressi raggiunti nella compliance, trasparenza e operativita' avviati nel 2012 e sensibilmente accelerati nel 2013, sono fondamentali - spiega il testo vaticano - per il futuro dell'Istituto". "Con la conferma della missione dello Ior e facendo seguito alla richiesta del cardinale-prefetto Pell, il presidente del Consiglio di Sovrintendenza, Ernst von Freyberg, e il management dello Ior - spiega la nota vaticana a nome dei dirigenti - porteranno a termine il loro piano al fine di assicurare che lo Ior possa compiere la sua missione come parte delle nuove strutture finanziarie della Santa Sede e dello Stato della Citta' del Vaticano". In ogni caso, "il piano sara' presentato al Consiglio dei Cardinali del Santo Padre e al Consiglio per l'Economia". E "le attivita' dello Ior continueranno a rientrare sotto la supervisione regolamentare dell'Autorita' di Informazione Finanziaria, competente nell'ambito della Santa Sede e dello Stato della Citta' del Vaticano". In proposito la nota ricorda che all'interno della Santa Sede e dello Stato della Citta' del Vaticano "in conformita' ai Motu Proprio dell'8 agosto 2013 e del 15 novembre 2013 e alla legge numero XVIII sulla trasparenza, supervisione e informazione finanziaria entrata in vigore l'8 ottobre 2013, e' stata introdotta un'ampia e articolata struttura legale e istituzionale finalizzata a regolare le attivita' finanziarie".

Tags:
iorpapa francescovaticano

i più visti

casa, immobiliare
motori
MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.