A- A+
Economia

Secondo i dati resi noti oggi dal Mef, nei primi otto mesi del 2013 il gettito Iva è calata di 3.724 milioni di euro  (-5,2%).
Per il Codacons questi dati dimostrano una volta per tutte che la stima di gettito fatta dal Governo
, secondo il quale grazie all'aliquota Iva al 22% si incasserà 1 miliardo in più nel 2013 e  4 nel 2014, è una favoletta raccontata agli italiani e, soprattutto, all'Europa.

La verità è che quei soldi non arriveranno mai per la semplice ragione che aumentare le tasse sui consumi mentre questi stanno già precipitando non può che determinare una contrazione del gettito. In altre parole è un suicidio, un atto autolesionistico.

Ecco perché il presidente del Consiglio Enrico Letta, se davvero vuole risanare il bilancio dello Stato, raggiungere il deficit del 3% per fine anno e mantenere gli impegni con l'Europa, farebbe bene a fare un'operazione verità sui conti e prendere atto dei numeri di oggi, sostituendo l'aumento dell'Iva con altre tasse realmente esigibili. Altrimenti si va avanti con un bluff, con bilanci fasulli, che prima o poi richiederanno una manovra correttiva.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
ivacodaconsentrate
i più visti
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


casa, immobiliare
motori
Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021

Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.