A- A+
Economia
La riforma della Curia inizia dalle finanze: l'Apsa assorbirà lo Ior?

Papa Francesco ha impresso una straordinaria accelerazione al processo di Riforma della Curia e all'indomani del suo primo Concistoro ha firmato e pubblicato un Motu proprio che rivoluziona le finanze vaticane. Ha cosi' mantenuto fede a quanto aveva promesso nella sua conferenza stampa sull'aereo che a fine luglio lo riportava a Roma da Rio de Janeiro, quando aveva detto che avrebbe voluto affrontare gli aspetti economici e finanziari della Santa Sede il prossimo anno, ma poi "le cose che sapete sono accadute" lo hanno indotto a procedere subito. Nelle sue parole il Papa aveva fatto esplicito riferimento a monsignor Nunzio Scarano, arrestato per ipotesi di reato che coinvolgevano anche l'uso dei conti presso lo Ior e avevano procurato le successive dimissioni del direttore e vice direttore dell'Istituto.

Con il Motu proprio "Fidelis dispensator et prudens" nasce cosi' una nuova struttura di coordinamento per gli affari economici della Santa Sede e della Citta' del Vaticano che ha una vocazione esplicita alla trasparenza e una finalita' dichiarata: tagliare gli sprechi per destinare quanto piu' denaro possibile ai poveri. L'organismo, denominato "Segreteria per l'Economia" con una scelta che lo colloca al livello della "Segreteria di Stato", e' stato affidato dal Papa al cardinale George Pell con il titolo di prefetto, al quale dunque e' richiesto di "tutelare e gestire con attenzione" i beni della Chiesa "alla luce della sua missione di evangelizzazione e con particolare premura verso i bisognosi", avendo come modello "l'amministratore fedele e prudente" descritto dal Vangelo.

Tags:
iorpapa francesco
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”

Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.