A- A+
Economia
L'Italia ha il campione europeo delle protesi. Lima Corporate compra asset da Zimmer e Biomet
La trombosi uccide più del cancro e dell’Aids

Lima Corporate, uno dei principali operatori nella progettazione, produzione e distribuzione di protesi ortopediche, fa shopping negli Usa. La società nordestina controllata dal fondo Ardian e partecipata da Imi Investimenti sgr e Mir Capital, ha acquistato gli asset relativi alle protesi per il ginocchio e il gomito messi in vendita dai colossi  statunitensi Zimmer e Biomet, nell’ambito della serie di dismissioni richieste dalle autorità Antitrust internazionali come condizione necessaria per il via libera alla fusione tra i due gruppi, che darà vita al secondo player a livello globale nel settore dell’ortopedia dopo Johnson&Johnson.

Fondata  nel 1945 da Gabriele Lualdi e con sede in provincia di Udine, la società italiana è riuscita ad aggiudicarsi la gara per acquisire i business Zuk (Zimmer Unicompartimental Knee) e Biomet Discovery Elbow System per l’area Eea (European Economic Area) e Svizzera e Biomet Vanguard Knee System per Svezia e Danimarca dai due gruppi statunitensi quotati,  entrambi leader mondiali nel mercato delle protesi ortopediche.

Per Lima Corporate si tratta di un gran colpo nell’ottica dell’ampliamento del portafoglio prodotti e della crescita ulteriore in Europa. La società è uno dei principali operatori nella progettazione, produzione e distribuzione di protesi impiantabili sostitutive delle articolazioni ossee, caratterizzate da un’elevata tecnologia nell’uso dei materiali innovativi e nei processi produttivi. La società, che conta 600 dipendenti,  tre stabilimenti di produzione in Italia e a San Marino e filiali in 19 Paesi, ha chiuso il 2014 con un fatturato a cambi costanti pari a 145 milioni di euro, di cui circa il 75% generato fuori dall’Italia e in crescita di circa l’11% rispetto al 2013.

Ardian, guidato in Italia da Nicolò Saidelli, nel 2012 aveva acquisito il 66% del capitale di lima Corporate insieme a imi Investimenti sgr, mentre il 34% era rimasto in capo ai vecchi azionisti e in particolare alla famiglia Lualdi. Nel novembre 2012 i fondi hanno chiamato guidare la società Luigi Ferrari, sino a quel momento a capo della Global Orthopedics Business Unit di Orthofix International, società quotata al Nasdaq  che allora capitalizzava circa 750 milioni di dollari e ne fatturava  circa 580. Nell’ottobre 2013 Mir Capital, veicolo di investimento partecipato pariteticamente da Gazprombank e IntesaSanpaolo, ha poi acquisito da Imi Investimenti sgr parte del suo pacchetto di minoranza.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
lima corporateprotesi
i più visti
in evidenza
E-Distribuzione celebra Dante Il Paradiso sulle cabine elettriche

Corporate - Il giornale delle imprese

E-Distribuzione celebra Dante
Il Paradiso sulle cabine elettriche


casa, immobiliare
motori
Stefano Accorsi porta in pista la nuova Peugeot 908 9X8 Hypercar

Stefano Accorsi porta in pista la nuova Peugeot 908 9X8 Hypercar

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.