A- A+
Economia
La Russia rilancia la proposta di una Opec del gas. Ma serve il Qatar
Lapresse

La Russia ripresenta l'idea di un' Opec del gas

La Russia esce allo scoperto con un invito esplicito: "creare coalizioni e accordi per bilanciare il mercato". A dirlo è il ministro russo dell’Energia Alexander Novale, sempre più convinto che dalle parole bisogni arrivare ai fatti. L'idea è quella di proporre un'Opec anche per il gas, che consenta ai produttori di coordinarsi per tagliare l'offerta e sostenee i prezzi. Novak, in un'editoriale ripreso sul sito del ministero e dal Sole24Ore, fa sapere: "La base è un’organizzazione intergovernativa che controlla il 72% della riserve (di gas) accertate, il 46% della produzione, il 55% delle esportazioni via gasdotto e il 61% delle forniture di Gni”, caratteristiche che lo qualificano come “un’istituzione molto importante per il mercato nel contesto di un costante eccesso di offerta”. “Gli esperti oggi confrontano l’alleanza del gas con l’Opec in termini di influenza e di autorità”, scrive Novak, concludendo che bisognerebbe dotarlo di strumenti d’azione simili, “da usare quando necessario”.

Dopo l'emergenza Covid la Russia ha perso gran parte delle quote di mercato in Europa in quanto stato fornitore di gas, le sue prospettuve du futuro si sono ridotte e stanno diventando sempre meno rosee: un cambio di passo appare necessario. Questo potrebbe essere il momento giusto.

Tsafos: "Possibilità di successo scarse", la Russia ha bisogno del Qatar 

Secondo quanto però dichiarato dal ricercatore Nikos Tsafos, senior fellow del Center Strategic and International Studies (Csis) di Washington, al Sole24Ore: “Le prospettive per la nascita di un’Opec del gas non sono mai state migliori”, tuttavia aggiunge: “Le possibilità di successo rimangono basso. La crisi da Covid, che ha affondato i prezzi del gas ai minimi storici ovunque, ha dimostrato che non tutti i produttori sono orientati a perseguire una strategia in stile Opec". 

La Russia poi ha bisogno dell'appoggio del Qatar, che però non è l’unico leader del settore a non essere arretrato nemmeno di un passo: le sue forniture super competitive sul fronte dei costi- come riportato dal Sole24Ore - sono sempre rimaste stabili negli ultimi mesi e con i progetti di espansione del North Field promettono di crescere di oltre il 40% nel giro di cinque anni.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    russiapropostaopecgasqatar
    i più visti
    in evidenza
    Caruso: ko il sostituto di Djokovic Berrettini avanti. E Fognini...

    Australian Open 2022

    Caruso: ko il sostituto di Djokovic
    Berrettini avanti. E Fognini...


    casa, immobiliare
    motori
    WRC, Pirelli: “Tante incognite per la prima stagione ibrida”

    WRC, Pirelli: “Tante incognite per la prima stagione ibrida”

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.