A- A+
Economia

 

 

tarak ben ammar

twitter @andreadeugeni

Pensa in grande Tarak Ben Ammar. Una costante nella sua carriera di produttore-editore-finanziere tutto fare, fin da quando agganciò, giovanissimo, il regista americano George Lucas convincendolo a girare alcune scene del cult movie Guerre Stellari nella sua Tunisia.

E così dopo essersi gettato negli affari con l'imprenditore egiziano Naguib Sawiris e annunciato di voler "creare la NewsCorp del Nord Africa", Ben Ammar rilancia nel mondo dei media, la sua vera passione e bussa sia alla porta di Urbano Cairo, proprietario dell'emittente tivù La7, sia a quella di Luigi Gubitosi, direttore generale della Rai.

Insomma, il finanziere franco-tunisino che siede anche nell'ex salotto finanziario di Mediobanca e con un posto anche nel Cda di Telecom, vuole allargarsi in Italia. "La7 non è in vendita, ma se Urbano Cairo cerca un socio sono qua. Anche se la Rai vuole vendere, privatizzare, siamo qua", ha affermato Ben Ammar, intervistato da Giovanni Minoli a Mix 24, programma di punta del mattino su Radio 24.

L'Italia, nella testa di Ben Ammar, sarebbe un pezzo di un puzzle più grande. Quello che comprende i telespettatori dei principali Paesi del Mediterraneo da servire con le sue emittenti televisive nordafricane, più le sue nuove avventure imprenditoriali in Italia, Francia e Spagna.  "Vorrei avere i 60 milioni di italiani, 60 milioni di francesi e 60 milioni spagnoli e in Italia l'alleato ideale è chi vuole unirsi al nostro progetto", ha spiegato Ben Ammar a Minoli.

Dall'editoria televisiva a quella della carta stampata. Il finanziere che è tra l'altro, consigliere di Mediobanca, azionista (anche se in uscita) di Rcs, ha fatto anche il suo endorsement in favore di Diego Della Valle a proposito della contesa fra i soci forti di Via Rizzoli sul futuro del gruppo che edita il Corriere della Sera

Fra Fiat e Banca Intesa, Ben Ammar sceglie dunque Mr Tod's, che possiede oltre l'8% di Rcs contro un 20% circa nelle mani invece di John Elkann. "Diego Della Valle deve fare l'editore", ha esordito Ben Ammar, rispondendo a una domanda sul tema. Un ruolo che il numero uno del gruppo marchigiano delle scarpe dovrebbe esercitare alla Rupert Murdoch, un esempio per Della Valle. Per Rcs c'è bisogno "di un editore come Murdoch", ha sentenziato.

Infine, un passaggio sul suo "amico" Silvio Berlusconi. "Dopo la perdita della mamma e la fine del matrimonio con Veronica, Berlusconi è diventato più malinconico. Chi dopo la perdita di una madre e di una moglie geniale come Veronica, ha riempito questo vuoto è una donna. Non è la Pascale, è Marina, figlia geniale vicino a un padre", ha spiegato. Di chi è la colpa della fine del matrimonio di Berlusconi? "Di tutti e due. Una coppia quando si separa ci sono le colpe di entrambi".

Tags:
la7ben ammar
i più visti
in evidenza
"Io e Massara senza contratto Poco rispettoso da Elliott..."

Milan, Maldini attacca

"Io e Massara senza contratto
Poco rispettoso da Elliott..."


casa, immobiliare
motori
Peugeot E-Rifter, il multispazio elettrico adatto a differenti esigenze

Peugeot E-Rifter, il multispazio elettrico adatto a differenti esigenze

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.