A- A+
Economia
Lavoro: Cisl, in 223mila rischiano posto, 500.000 in Cig

Sono oltre 200mila i lavoratori che rischiano di perdere il posto di lavoro nel primo trimestre del 2014 (erano 199.987 nel primo trimestre 2013). E' l'allarme lanciato dall'Osservatorio della Cisl su cig e occupazione. Si tratta di 223.165 lavoratori in cassa integrazione straordinaria e in deroga. Nel complesso, secondo l'Osservatorio, i lavoratori in cassa sono circa 500mila. Il sindacato mette in guardia anche sul livello "stabilmente alto" della cig, ricordando che le ore autorizzate a marzo toccano la soglia dei 100 milioni, con un aumento del 2,1% rispetto a marzo 2013 e del 2,4% rispetto a febbraio

"I lavoratori equivalenti coinvolti in cassa integrazione sono circa 500.000 - sottolinea il segretario confederale della Cisl, Luigi Sbarra - e, dall'elaborazione del nostro Osservatorio sui dati Inps, che tiene conto del tiraggio verificatosi nel 2013 e che esclude le persone collocate in cassa ordinaria, considerando quindi i soli lavoratori equivalenti coinvolti in cassa straordinaria e in deroga (che possono piu' facilmente preludere a una perdita del posto), i lavoratori equivalenti a rischio di perdita del lavoro sono 223.165, numero in aumento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno".

Nel primo trimestre, prosegue Sbarra, "e' di nuovo crescente la dinamica della cassa integrazione, che torna a toccare la soglia dei 100 milioni di ore autorizzate nel mese di marzo. Da oltre un anno si continua a osservare un graduale cambiamento nella composizione interna: in particolare cresce quella che si puo' considerare la componente strutturale, con un passaggio da Cigo, che si riduce, a Cigs, che aumenta, indicativa di crisi lunghe e ristrutturazioni". Secondo il sindacalista, "la dinamica delle ore autorizzate di Cig in deroga e' ripresa, con la crescita delle autorizzazioni grazie alle ultime assegnazioni di risorse, ma si tratta di autorizzazioni riferite perlopiu' a periodi del 2013, mentre si fa fatica a coprire l'inizio del 2014 senza un'ulteriore ripartizione di risorse".

"Contemporaneamente - osserva Sbarra - i dati Istat sull'occupazione riferiti all'ultimo trimestre 2013 offrono un quadro in continuo peggioramento. A fronte di un ritmo meno accentuato di perdita di occupati nell'industria, l'edilizia perde in un anno il 5,6 % di occupati, e il terziario mostra significative riduzioni, anche in aree dove l'occupazione fino a qualche tempo fa cresceva, come i servizi alla persona. E' particolarmente inquietante - prosegue - che continui da un anno la riduzione dei dipendenti a termine (-6,6% in un anno) e dei collaboratori (-13,3%). Senza una ripresa economica le assunzioni non sono trainate neppure dai contratti flessibili".

Bonanni, governo faccia di piu' ma assieme a parti sociali - "I dati della cassa integrazione e della disoccupazione parlano chiaro. Siamo ancora ben lontani dall'uscita dalla crisi economica. Per contrastare questo livello abnome di disoccupazione occorre un impegno maggiore del Governo ed uno sforzo collettivo ed innovativo di tutti i soggetti: parti sociali, regioni, banche, pubblica amministrazione. Ciascuno deve fare la propria parte per risollevare il paese". Lo sottolinea il segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni commentando i dati sull'andamento della Cig e della disoccupazione diffusi oggi dalla Cisl.

Boldrini, questione esodati quanto prima in Aula - "La condizione degli esodati e' un'emergenza della quale abbiamo discusso anche nell'ultima riunione dei capigruppo alla Camera dei deputati con l'obiettivo di portare quanto prima la questione in aula. La commissione Lavoro ha chiesto al governo chiarezza sui dati. L'esecutivo si e' impegnato a trovare una soluzione definitiva. C'e' un impegno da mantenere su una questione di giustizia sociale". Lo afferma la presidente della Camera, Laura Boldrini, in apertura del video settimanale on line da oggi.

Tags:
lavorodisoccupazionecgiacisl
i più visti
in evidenza
Festival Economia: "Professione Manager" Perrino ospita Scaroni e Fiorani

Il direttore di affaritaliani a Trento

Festival Economia: "Professione Manager"
Perrino ospita Scaroni e Fiorani


casa, immobiliare
motori
Arriva in Italia nuova Kia Niro, silenziosa ed ecologica

Arriva in Italia nuova Kia Niro, silenziosa ed ecologica

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.