A- A+
Economia
Lavoro, raccolte 500mila firme per il referendum della Cgil contro il Jobs Act
Maurizio Landini

Cgil, obiettivo raggiunto, superate le 500 mila firme

"L'obiettivo del mezzo milione di firme, necessario per 'deliberare l'abrogazione totale o parziale di una legge o di un atto avente valore di legge', come recita l'articolo 75 della Costituzione, e' stato ampiamente raggiunto, a distanza di un solo mese e mezzo dall'inizio della campagna referendaria, avviata il 25 aprile scorso". Lo afferma il segretario organizzativo della Cgil, Luigi Giove.

La CGIL ha raggiunto in tre mesi la soglia minima per avviare il referendum contro il Jobs Act, introdotto nel 2015 dal governo Renzi. I referendum saranno quattro, mirati a promuovere un lavoro stabile, dignitoso e maggiormente tutelato.

LEGGI ANCHE: Pd, Schlein si unisce alla Cgil: "Firmo per il referendum contro il Jobs Act"

"Nei territori e nei luoghi di lavoro - prosegue il dirigente sindacale - stiamo riscontrando un grande interesse attorno ai temi proposti dalla nostra organizzazione. Inoltre, c'e' un diffuso desiderio di partecipazione. Nonostante il traguardo sia stato già raggiunto, la raccolta delle firme proseguirà e si intensificherà nei prossimi giorni e nelle prossime settimane: il nostro obiettivo è quello di raccoglierne il maggior numero possibile".






in evidenza
"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"

Patrizia Groppelli a cuore aperto su Daniela e tradimenti

"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"


motori
Scopri la LEGO Technic McLaren P1™: La Hypercar da costruire

Scopri la LEGO Technic McLaren P1™: La Hypercar da costruire

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.