A- A+
Economia
Borsa

di Buddy Fox
@BuddyFoxxx

Banzai! Nikkei (Tokyo) +18% superstar; Wall Street (New York) con il Dow Jones che inanella record su record +11%,  il meno noto ma più rappresentativo S&P500 che tocca livelli storici +10% e un Nasdaq sempre tonico a +8%; a questi si aggiungono i sorprendenti FTSE100 (Londra) +9% e lo SMI (Zurigo) +14%. Dietro la lavagna i “maiali del Mediterraneo”, detto in modo più edulcorato il “Club Med”: Ibex (Madrid) -3%, Athens (Atene) -4% e fanalino di coda, la nostra sempre più sfibrata Piazza Affari -5%. Questo in sintesi l’andamento del 1° trimestre sulle borse principali. Ecco una visione, tutta personale, del 2013 finanziario.

1) BANZAI NIKKEI! E’ qui la festa? Se siete a Tokyo, siete nel posto giusto, il “Bengodi Finanziario”, solo qui l’incredibile può diventare credibile.

Quante volte avete sentito ripetere “questo è l’anno del Giappone”? Eccolo, è il 2013 l’anno giusto, sono in molti ora a cavalcare l’incipiente euforia, tra questi David Serra brillante investitore, fondatore del HF Algebris (da temerario detronizzò Bernheim da Generali, con audacia sostenne recentemente Renzi come premier), con grande coraggio dichiara di essere “pieno” di Giappone: 70% del portafoglio azionario sul Nikkei. Come vado scrivendo e ripetendomi ogni volta da Novembre 2012, la corsa è appena iniziata, ovviamente ci saranno delle cadute, ed è lì che si deve accumulare, sempre, ogni volta e senza paura. Primi target tra 14,000 e 15,000, a quei livelli probabilmente si inizierà a soffrire di vertigini e si ballerà, ma ricordatevi che è partito un ciclo rialzista di qualche anno;

2) BANCHE, AVANTI TUTTA!  5 anni di sofferenze per le banche italiane e anche quest’anno la musica sembra non essere cambiata. L’inizio anno, spread in ribasso, titoli in rialzo, aveva illuso. Su tutti MPS, a inizio 2013 sembrava sotto scalata, una fiammata  spenta dal temporale “Alexandria” e ora di nuovo sui minimi. Non cambio idea: MPS, Pop Milano, Unicredit e tra le minori Banca Carige e Profilo, con l’aggiunta extra di Mediolanum (trimestrale da record), tutte da accumulare, con annessi aumenti di capitale da sottoscrivere. Vi sembrerà incredibile, ma le banche italiane sono meno rischiose e meno care di quelle tedesche. L’elemento di rischio è nell’instabilità politica italiana. Solo con un governo chiaro, elimineremo incertezze, sgonfieremo lo spread e finalmente lanceremo al galoppo la finanza italiana;

3) SPAGNA, DAGLI INDIGNADOS AL FLAMENCO. A differenza dell’Italia, la Spagna non perde tempo: il Consejo Empresarial para la Competitividad, il club che riunisce i primi 15 gruppi del Paese, ha deciso di non aspettare il governo Rajoy e agire. Di recente ha lanciato un road show in tutto il mondo, dagli Stati Uniti all’Asia, città per città, per presentare agli investitori industriali e finanziari i punti di forza della Spagna dopo le riforme già fatte. L’influenza finanziaria spagnola non fermerà l’indice IBEX, gli investimenti stanno arrivando e sono pronti a rilanciare un indice che non è fatto di sole banche;

4) ITALIA, CARICA! Piazza Affari con un Gennaio super aveva illuso. Dopo 3 mesi siamo ancora i peggiori, zavorra bancaria, come al solito. Non disperare, nonostante l’economia flemmatica, gli industriali si ribellano: Indesit, Fiat Alerion sempre in prima fila. Il WSJ ha scritto “comprate Italia, i prezzi sono da saldo”.

Sono in molti ad avere l’acquolina in bocca per i prezzi stracciati della Borsa di Milano. La statistica e anche il proverbio dicono che se Gennaio è positivo, l’anno chiude con il segno più. Piazza Affari può ancora stupire;

Tags:
buddy foxtrimestrenikkei

i più visti

casa, immobiliare
motori
Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio

Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.