A- A+
Economia
Renzi prepara la manovra da 23 miliardi. Tfr in busta paga per due anni

Conto alla rovescia per la stesura della legge di Stabilità che il Tesoro deve inviare, assieme a quella di tutti gli altri Paesi di Eurolandia, a Bruxelles entro mercoledì. Stando alle indiscrezioni dell'ultima ora, il conto delle risorse raccimolate dal duo Renzi-Padoan salirebbe dai circa 20 miliardi preventivati a settembre a circa 23, due miliardi (lo 0,1% del Pil) in più per creare una piccola riserva di bilancio da utilizzare, se necessario, per la correzione del deficit pubblico del 2015. Riserva da cui attingere nel caso in cui Commissione e Consiglio Ue richiedessero, stando a valutazioni che non coincidono con quelle di Via XX Settembre, un aggiustamento strutturale dei conti pubblici maggiore di quello oggi previsto dal governo.

Ma da dove arrivano i 23 miliardi che costituiscono la dote del governo per rimettere in moto l'economia italiana? La voce "avere" della manovra che si preannuncia così espansiva, dato che poco meno della metà andrà a finanziare il bonus di 80 euro (7,3 miliardi) e il taglio dei contributi sociali (2 miliardi sul cuneo fiscale), è costituita per un 50% dall’aumento del deficit e per l'altro 50 da un’articolata revisione della spesa, che abbraccerebbe le agevolazioni e gli sgravi fiscali per le imprese, e potrebbe impattare anche sul personale della pubblica amministrazione, con un possibile taglio del 3% agli stipendi dei dirigenti. Spending review così strutturata: dalla revisione delle agevolazioni fiscali per le imprese arriverebbe poco più di un miliardo. Nel mirino i crediti d'imposta, che con le nuove regole contabili sono molto più pesanti sul bilancio, e i regimi agevolati sull'Iva e sulle accise per l'autotrasporto, l'agricoltura, l'editoria.

Tags:
legge stabilitàpadoan
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Jeep Gladiator: il pick-up da off-road

Jeep Gladiator: il pick-up da off-road


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.