A- A+
Economia
letta alfano
Al termine del Cdm, il presidente del Consiglio Enrico Letta chiude la polemica nata fra il ministro dell'Economia Fabrizio Saccomanni e il ministro dell'Interno Angelino Alfano, spiegando che "la cancellazione dell'Imu per il 2013 è una decisione già presa e non si torna indietro".
Confermando quanto detto da Saccomanni, il premier ha spiegato di "rendersi conto che in questa fase ogni tema diventa occasione di terremoti politici, ma su questo voglio essere secco e ultimativo per evitare che ci si porti dietro delle incomprensioni. Saccomanni ha detto una cosa che ripeto anch'io - ha concluso - è una decisione già assunta politicamente e che applicheremo tecnicamente nei prossimi giorni".

Il premier ha voluto tornare anche sulla questione delle balls of steel, parlando della "nota questione dell’acciaio". Per Letta si è trattato di un cortocircuito comunicativo: "Ho letto profluvi di articoli su cosa avrei voluto dire per una frase che non ho mai detto, Non c’è da parte mia nessun cambio di passo o volontà strategica - ha spiegato Letta confermando un problema di traduzione di una frase idiomatica -, rassicuro chi ha deciso di occuparsi di questo tema".

Infine, Letta ha annunciato che "il consiglio dei ministri ha approvato due importanti pacchetti di norme, che servono per recuperare il ritardo del Paese in materia di infrazioni comunitarie". "Il nostro impegno è arrivare al semestre di presidenza italiana della Ue - ha aggiunto - con un recupero fondamentale del pesante ritardo accumulato in materia, non sarebbe serio arrivare con tante infrazioni comunitarie. Abbiamo approvato due pacchetti che vanno al Parlamento, con tempi poi diversi. E' una priorità accelerare perchè non e' sopportabile avere record negativi di infrazioni".

Alla conferenza stampa ha preso parte anche il ministro del Pdl Maurizio Lupi: "L’abolizione dlel’Imu? Noi non ne abbiamo mai dubitato, la cosa peggiore per qualsiasi governo è di dire formalmente che un provvedimento si farà e poi non farlo, perché questo crea disaffezione".

 

Tags:
lettaimuseconda rata

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuovo Duster, la rivoluzione del suv firmata Dacia

Nuovo Duster, la rivoluzione del suv firmata Dacia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.