A- A+
Economia
cimbri

Ammonta a 25,7 milioni di euro il conto che l'Agenzia delle entrate ha presentato poche settimane fa a Unipol per parte dei maxi compensi pagati da Fonsai, oggi sotto il controllo della compagnia bolognese, agli ex amministratori sotto la gestione Ligresti. Sotto la lente del fisco sono finite anche le sponsorizzazioni concesse nello stesso periodo a Laita', la societa' che possedeva i cavalli di Jonella Ligresti. La contestazione riguarda la deducibilita' delle cifre e vengono quindi richiesti gli arretrati di Ires e Irap, con interessi e sanzioni.

Lo scorso 30 luglio, mentre le assemblee di Unipol e Fonsai votavano la nuova azione di responsabilita' contro i Ligresti, l'ufficio grandi contribuenti della direzione regionale della Toscana dell'Agenzia delle Entrate ha notificato al gruppo assicurativo dieci avvisi di accertamento, in cui viene contestata la deducibilita' di parte dei compensi corrisposti nel periodo 2004-2008 da Fonsai agli amministratori. Negli avvisi di accertamento e' contestata anche, relativamente allo stesso periodo, la deducibilita' dei costi per la sponsorizzazione della societa' Laita'. Unipol sta valutando la possibilita' di impugnare gli accertamenti; nel frattempo, ritiene "congrui a fronteggiare il rischio" gli accantonamenti gia' effettuati, si legge nella relazione semestrale. In caso di acquiescenza, l'importo richiesto dal Fisco al gruppo Unipol si ridurrebbe a 13,7 milioni di euro. L'origine delle contestazioni e' da trovarsi nelle motivazioni contenute nella relazione messa a punto dal commissario 'ad acta' nominato dall'Ivass, Matteo Caratozzolo, per l'azione di responsabilita', oltre che da alcune relazioni del collegio sindacale, dalla lettura del provvedimento sanzionatorio emesso dalla Consob a fine 2012 e dalle attivita' svolte su delega della Procura di Firenze.

Tags:
ligrestiunipolfonsai

i più visti

casa, immobiliare
motori
Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford

Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.